CONDIVIDI
londra attacco acido
(Twitter)

Londra nel caos: attacco con acido sospetto fuori dalla metropolitana, nei pressi della stazione di Brixton, vittima una ragazza di vent’anni.

Un incidente importante è in corso fuori da una stazione della metropolitana di Londra dopo un sospetto attacco con l’acido su una donna di circa 20 anni. La polizia ha bloccato le strade intorno alla stazione di Brixton, nel sud di Londra, con la famigerata linea Electric Avenue che è ora parzialmente bloccata. Anche Brixton Road è parzialmente isolata. I servizi di emergenza, compresi i vigili del fuoco, sono sulla scena dell’accaduto con testimoni che dicono che una donna viene bagnata con l’acqua.

Leggi anche –> Londra, pericolo attentati e sicurezza: i quartieri sconsigliati, la mappa

Londra, attacco con l’acido: le testimonianze

La polizia di Lambeth ha dichiarato: “La polizia è stata chiamata a Brixton Road, SW9 alle 13:45 di oggi, insieme alla LDN Ambulance in seguito alle notizie di una donna ventenne vittima di un attacco con sostanze nocive”. Un’altra testimone, Claire Martin, ha scattato un’immagine da un autobus che mostra diverse auto della polizia parcheggiate lungo la strada con nastro della polizia fuori da H&M. Il sospetto attacco arriva dopo un fine settimana festivo in città. Non si conoscono al momento le generalità della vittima e le sue reali condizioni. Non si conosce neanche l’identità di chi ha compiuto l’agguato e il suo movente.

Allarme a Londra: bombe nelle scuole

Intanto la Capitale del Regno Unito deve fare i conti con un allarme scattato nella mattinata di oggi e riguarderebbe presunti ordigni piazzati nelle scuole. L’allarme bomba nelle scuole non riguarderebbe solo Londra, ma anche altre città britanniche ed è scattato questa mattina in seguito ad alcune mail recapitate in diversi istituti scolastici.

Secondo quanto si apprende l’allarme e le minacce hanno riguardato numerose scuole di Londra, di Birmingham e di altre città britanniche. Dietro quanto accaduto sembrano esserci motivazioni antisemite. In ogni caso, mentre proseguono comunque le verifiche, sembra che si tratti di un falso allarme. Nessun ordigno è stato infatti trovato fino a questo momento. Dunque, a Londra proseguono gli allarmi e resta alta la tensione per il rischio terrorismo.

A cura di Gabriele Mastroleo