CONDIVIDI
Uganda Leopardo
Uganda (Getty Images)

Un bambino di 3 anni è stato rapito e sbranato da un leopardo in un parco safari in Uganda. Una notizia davvero scioccante ci arriva dall’Africa, dove il piccolo, 3 anni, figlio di un ranger del posto, è stato mangiato da un leopardo che lo aveva rapito poco prima. Il fatto è avvenuto nel Queen Elizabeth National Park: l’attacco del leopardo è arrivato inatteso mentre il bimbo era accudito da una bambinaia all’interno degli alloggi per il personale, in un safari lodge non recintato in un safari lodge. La belva avrebbe agguantato il bimbo e lo avrebbe trascinato nella boscaglia. Di lui non si sono avute più notizie fino al giorno dopo, quando sono stati ritrovati i resti del piccolo, con grande orrore dei presenti. Il portavoce dell’autorità per la fauna selvatica, Bashir Hangi, ha detto che il bambino stava seguendo la sua tata, venerdì notte, quando è stato rapito dal leopardo, che poi lo ha sbranato. Sono in atto adesso le ricerche del leopardo per far sì che possa essere catturato e, probabilmente, giustiziato.

Uganda, caccia al leopardo che ha ucciso il bimbo di 3 anni

Adesso le autorità ugandesi stanno cacciando la zona per trovare il leopardo che ha rapito e mangiato il figlio di tre anni di una guardia forestale che lavorava nel famoso Queen Elizabeth National Park. “La caccia al leopardo è iniziata con l’intenzione di catturarlo e rimuoverlo dalla foresta, perché una volta che il leopardo ha mangiato carne umana, le tentazioni di mangiarne altra diventano molto alte, e quindi diventa molto pericoloso”, ha aggiunto Bashir Angi, che ha spiegato anche la dinamica dei fatti: “La bambinaia non sapeva che il bambino la seguiva. Ha sentito il bambino che urlava aiuto, è intervenuta ma era troppo tardi. Nel frattempo il leopardo era svanito nella boscaglia e con esso il bimbo. Le ricerche sono andate avanti finché non abbiamo ritrovato i resti il giorno dopo”. Una storia davvero straziante.