CONDIVIDI
Salvini
(Websource)

Matteo Salvini si mostra contento quando annuncia: “Anche il Pd dice ‘prima gli italiani'”. Il riferimento è a quanto affermato dal sindaco di Firenze Nardella a proposito delle case popolari. Il primo cittadino toscano appartenente al Partito Democratico ha detto di voler istituire una corsia preferenziale per i cittadini italiani nell’assegnazione degli alloggi nelle case popolari. E Salvini gradisce l’iniziativa.

Salvini: “Meglio tardi che mai”

Il leader della Lega Matteo Salvini esprime così attraverso il suo profilo ufficiale Twitter il proprio compiacimento per le parole di Nardella: “Meglio tardi che mai. Anche il Pd dà ragione alla Lega:prima gli Italiani!”. Immediata la replica di Nardella che non gradisce questa presa di posizione: “Salvini fa ideologia. La differenza tra lui,che non ha mai amministrato né un quartiere né un Comune, e me è che io sto insieme ai cittadini e guardo al buonsenso”.

Nardella, ecco cosa aveva fatto il sindaco di Firenze

Tutta la vicenda parte dalle parole dette ieri da Nardella, il primo cittadino di Firenze. L’erede di Matteo Renzi a Palazzo Vecchio aveva parlato così: “Da Firenze parte una nuova proposta per non creare ghetti come nelle periferie francesi, bisogna evitare di inserire troppe famiglie straniere negli stessi condomini e anzi aiutare le famiglie in ‘fascia grigia’ e dare un punteggio maggiore a chi risiede da più anni in Toscana. La cosa più importante è creare dei luoghi di convivenza”. Il primo a non gradire questa uscita era stato l’assessore alla Casa Vincenzo Ceccarelli: “Bisogna stare attenti ad una questione. Esistono già sentenze della Corte costituzionale, una relativa alla Regione Friuli-Venezia Giulia che, laddove la Regione ha messo delle norme troppo stringenti per quanto riguarda l’accesso a servizi ritenuti essenziali per il cittadino, non ammette soluzioni che possano risultare discriminatorie”. Critiche dai 5 Stelle e apprezzamenti invece da tutto il Centro destra.

A cura di Francesco Baglio