CONDIVIDI
filippo pozzato padre
(Facebook)

Il padre di Filippo Pozzato sta molto male, così il ciclista non potrà prendere parte al Giro d’Italia 2018 e ha già lasciato la squadra e Israele.

Si apre oggi la 101a edizione del Giro d’Italia, una delle corse a tappa di ciclismo più notte al mondo, insieme al Tour de France e alla Vuelta spagnola. Quest’anno si parte da Gerusalemme con tre tappe in Israele. Ci sono già dei colpi di scena importanti, come la caduta in allenamento di Chris Froome, uno dei favoriti. Inoltre, il Giro ha perso prima dell’inizio un altro protagonista, ciclista su strada e pistard italiano che corre per il team Wilier Triestina-Selle Italia.

VIDEO NEWSLETTER

Scopri tutto su questa edizione del Giro d’Italia –> Giro d’Italia 2018: le tappe e il percorso completo

Il dramma del padre di Filippo Pozzato

Classe 1981, Filippo Pozzato è un veterano sia delle corse a tappe che delle grandi classiche e in carriera ha vinto tra le altre la Milano-Sanremo 2006 e due tappe al Tour de France. Il suo ritiro arriva improvviso per ragioni familiari. La notizia era stata data dalla sua squadra due giorni fa: “A due giorni dal via del Giro d’Italia la Wilier Triestina – Selle Italia si trova costretta a fare a meno di Filippo Pozzato, tornato in Italia a causa di gravi problemi familiari. Il corridore vicentino non sarà quindi a disposizione per la Corsa Rosa con il suo posto che verrà preso da Alex Turrin che a 25 anni farà il suo esordio in un Grande Giro. Da parte di squadra e staff un grande abbraccio a Pippo e l’augurio che la situazione si evolva positivamente”.

Ora arriva da Pippo Pozzato in persona la conferma che si tratta di suo padre. Questo il suo messaggio su Facebook: “Grazie a tutte le persone che in questo difficile momento per me e la mia famiglia hanno dimostrato la propria vicinanza ed affetto. Siete tantissimi e questo mi fa sentire davvero bene come persona. Da atleta mi dispiace non essere al via del 101° Giro d’Italia ma la famiglia viene prima di qualunque cosa. Se oggi sono la persona che tutti voi conoscete e apprezzate è grazie ai miei genitori”. Conclude Filippo Pozzato: “A mio padre che sta lottando ogni giorno come un leone e a mia madre che non ci ha mai fatto mancare nulla. A loro devo tutto e a loro sento di dover stare oggi vicino come figlio”.

A cura di Gabriele Mastroleo