CONDIVIDI
Roma in finale di Champions League
(OLI SCARFF/AFP/Getty Images)

Roma in finale di Champions League: ecco cosa deve accadere per fare l’impresa e battere il Liverpool nella semifinale di stasera. Il miracolo può avvenire, il sogno di tutti i tifosi romanisti può essere realtà, l’impresa già compiuta col Barcellona può ripetersi. Questa sera andrà in scena all’Olimpico il ritorno della semifinale di Champions League tra Roma e Liverpool. All’andata il risultato è stato di 5-2 per gli inglesi e proprio a quei due gol di Dzeko e Perotti si aggrappa tutta la Roma consapevole di dover fare qualcosa di straordinario. Di nuovo.

Roma in finale di Champions League: come arrivarci

Il primo risultato che viene in mente è lo stesso che serviva per battere il Barcellona. Si tratta di vincere 3 a 0 contro il Liverpool in casa che tradotto significa fare la partita perfetta in attacco sfruttando al massimo tutte le occasioni che verranno concesse dai Reds, ma soprattutto in difesa annullando gli effetti devastanti dell’ex Salah che all’andata ha dominato sui difensori giallorossi. Ipotizzando che il Liverpool riesca comunque a fare un gol, cosa purtroppo decisamente probabile, sarà necessario che la Roma si prepari a doverne fare 4 di gol, impresa non impossibile visto che in difesa la squadra di Klopp non è propriamente insuperabile.

Roma, Liverpool eliminato in quattro mosse

  • Neutralizzare Salah e le ripartenze veloci del Liverpool con maggiore attenzione difensiva, migliore lettura delle situazioni e anticipo delle loro mosse
  • Attaccare con tanti uomini senza sbilanciarsi troppo
  • Evitare errori banali come all’andata soprattutto in fase di impostazione, nei passaggi a centrocampo e sulla trequarti che possono poi dare il via ai loro contropiedi
  • Sfruttare calci piazzati e calci d’angolo e approfittare degli errori difensivi che sicuramente prima o poi commetteranno. Il tutto senza fretta e foga eccessiva, proprio come accadde contro il Barcellona

Leggi anche –> Roma-Liverpool, dove vedere la partita in diretta e streaming

A cura di Francesco Baglio