CONDIVIDI

Elezioni Friuli 2018 cenrro destra in vantaggio

Le operazioni di voto di queste Elezioni Reginali 2018 in Friuli sono ormai giunte al termine e ci accingiamo a scoprire una nuova contesa tra Centro Destra e M5S
Questa domenica 29 aprile ci fornirà ulteriori risposte nei confronti del pensiero comune degli italiani in relazione alla complicata situazione per dare un governo stabile e duraturo al nostro paese.
Queste attesissime Elezioni Regionali del Friuli 2018 troveranno le prime risposte ufficiali attraverso lo scrutinio ufficiale delle schede elettorali.
Al momento gli Exit Poll e i sondaggi ci daranno una prima idea del risultato elettorale.

Queste elezioni regionali per il Friuli Venezia Giulia 2018, potrebbero determinare nuovi e inaspettati scenari politici a livello nazionale fornendo spunti al Presidente Mattarella per sciolgiere le ultime riserve e decidere cosi di dare al paese una reale possibilità di cambiamento.

Ecco un prospetto dei risultati ufficiali della Camera dei deputati delle scorse elezioni politiche del 4 marzo in Friuli Venezia Giulia:
Risultati voto Friuli 2018 4 marzo 2018

Elezioni Regionali Friuli 2018: Ultimi Sondaggi e Exit Poll dicono che sarà un duello tra Centro Destra e M5S con i primi in vantaggio sensibilmente.

Ora che le urne sono chiuse, possiamo anticiparvi che gli ultimissimi  sondaggi non ufficiali in merito all’esito delle elezioni Friuli 2018 sembrano andare tutti in un’unica direzione.
Vedono il candidato di centrodestra Massimiliano Fedriga, appartenente alla Lega di Salvini e sostenuto anche da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Autonomia Responsabile, progetto FVG in netto vantaggio rispetto al probabile secondo Alessandro Fraleoni Morgera, (candidato del Movimento Cinque Stelle).
Mentre Sergio Bolzonello, (candidato del centrosinistra), viene dato al terzo posto e con percentuali non significative.

Nelle prossime ore staremo a vedere scoprendo i risultati reali che inizieranno ad essere comunicati da domani mattina dopo le 08:00.

Nel frattempo Matteo Renzi ospite a “che tempo fa” ha detto un secco No ad un potenziale accordo di governo tra M5S e PD.
Ecco le sue parole in merito:
“Il titolo di domani dovrebbe essere quello di tutti i giorni – ha detto l’ex segretario del Pd, siamo seri, chi ha perso le elezioni non può andare al governo. Non possiamo far passare il messaggio che il 4 marzo sia stato uno scherzo. Il Pd ha perso: tocca a Salvini e Di Maio a governare. Non possiamo rientrare dalla finestra come un gioco di palazzo” o con decisioni “dei caminetti romani”.

Seguiranno aggiornamenti.