CONDIVIDI
festa mamma 2018 frasi biglietti
(Pixabay)

Manca poco alla Festa della Mamma 2018, che cade il 13 maggio: quali sono le frasi e le immagini più belle, con poesie e canzoni per celebrare la figura materna.

Si avvicina la Festa della Mamma 2018. Si tratta di una ricorrenza che si festeggia in molte parti del mondo per celebrare la maternità e l’influenza delle mamme nella società. Quest’anno, la Festa della Mamma si celebra il 13 maggio. Originariamente la data era fissa, l’8 maggio, ma si è poi deciso di rendere la data “mobile” e fissarla in un giorno festivo. Le sue origini in Italia risalgono al fascismo quando veniva celebrata la Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo nel corso della quale venivano premiate le mamme più prolifiche. Invece, la Festa come noi la conosciamo ha origini più recenti e risale alla seconda metà degli anni Cinquanta. Quale modo migliore per celebrare la propria mamma con una frase a effetto, una poesia o un’immagine particolare?

Leggi anche –> Festa della mamma 2018: idee regalo per renderla felice

Frasi e immagini per rendere unica la Festa della Mamma 2018

Tra le frasi celebrative della Festa della Mamma 2018 ci sono sicuramente delle citazioni di scrittori e cantanti che hanno dedicato al tema della maternità dei loro versi, aforismi, estratti dalle loro opere. Ci sono poi frasi comuni, ma che aprono il cuore: “L’amore di una madre va oltre il tempo e le circostanze ed è per sempre”, ad esempio. Oppure: “Oggi, mammina, è la tua festa… La festa della donna migliore al mondo”. Una frase molto usata dai figli maschi è: “Sei la donna più importante della mia vita”. Ha sicuramente molto valore e significato l’aforisma: “Una madre può dare tutto senza ricevere nulla. È l’unico essere che continuerà ad avere fiducia in suo figlio quando tutti gli altri l’hanno persa”.

Tra coloro che hanno dedicato delle parole alla mamma, Edwin H. Chapin scriveva: “Nessun linguaggio può esprimere il potere, la bellezza, l’eroismo dell’amore materno. Secondo Victor Hugo, invece, “una buona madre vale cento maestri”. Sono frasi che si trovano spesso stampati in biglietti con delle immagini. Alcune di queste le abbiamo raccolte in una galleria. Le immagini più frequenti mostrano delle rose o dei cuori, altre invece rappresentano il grembo di una donna incinta.

GUARDA PHOTOGALLERY

Poesie e canzoni per la Festa della Mamma 2018

Ma ci sono anche dei versi molto belli per ricordare la mamma, tra i più intensi quelli di Rainer Maria Rilke:

Le Mani della Madre
Tu non sei più vicina a Dio
di noi; siamo lontani tutti. Ma tu hai stupende
benedette le mani.
Nascono chiare in te dal manto,
luminoso contorno:
io sono la rugiada, il giorno,
ma tu, tu sei la pianta.

Anche Gianni Rodari, il più noto scrittore per l’infanzia italiano, dedicò alcuni versi “per la mamma”:
Filastrocca delle parole:
si faccia avanti chi ne vuole.
Di parole ho la testa piena,
come dentro ‘la luna’ e ‘la balena’.
Ma le più belle che ho nel cuore,
le sento battere: ‘mamma’, ‘amore’.

Victor Hugo ha scritto invece questi versi:
La madre è un angelo che ci guarda
che ci insegna ad amare!
Ella riscalda le nostre dita, il nostro capo
fra le sue ginocchia, la nostra anima
nel suo cuore: ci dà il suo latte quando
siamo piccini, il suo pane quando
siamo grandi e la sua vita sempre.

Molto intensa, infine, “Supplica a mia madre” di Pier Paolo Pasolini
È difficile dire con parole di figlio
ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.
Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore,
ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore.
Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere:
è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.
Sei insostituibile. Per questo è dannata
alla solitudine la vita che mi hai data.
E non voglio esser solo. Ho un’infinita fame
d’amore, dell’amore di corpi senza anima.
Perché l’anima è in te, sei tu, ma tu
sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù:
ho passato l’infanzia schiavo di questo senso
alto, irrimediabile, di un impegno immenso.
Era l’unico modo per sentire la vita,
l’unica tinta, l’unica forma: ora è finita.
Sopravviviamo: ed è la confusione
di una vita rinata fuori dalla ragione.
Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire.
Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…

Alla mamma sono dedicate anche molte canzoni, come “Viva la mamma” di Edoardo Bennato, “Ciao mamma” di Jovanotti o un classico immortale come “Mamma”, la cui interpretazione più nota è quella di Claudio Villa. Forse meno nota, ma molto bella è la canzone “Mi ha fatto la mia mamma”, con testo di Gianni Rodari e musiche di Sergio Endrigo (che l’ha cantata) e Luis Bacalov. Di seguito il testo completo:

Persone male informate
O più bugiarde del diavolo
Dicono che tu sei nato
Sotto a una foglia di cavolo!

Persone male informate
O più bugiarde del diavolo
Dicono che sono nato
Sotto a una foglia di cavolo!

Altri maligni invece
Sostengono senza vergogna
Che sei venuto al mondo
A bordo di una cicogna!

Altri maligni invece
Sostengono senza vergogna
Che sono venuto al mondo
A bordo di una cicogna!

Se mamma ti ha comperato
Come taluni pretendono
Dimmi: dov’è il negozio
Dove i bambini si vendono?

Se mamma mi ha comperato
Come taluni pretendono
Diteci: dov’è il negozio
Dove i bambini si vendono?

Tali notizie sono
Prive di fondamento:
Ti ha fatto la tua mamma
E devi essere contento!

Tali notizie sono
Prive di fondamento:
Mi ha fatto la mia mamma
E sono molto contento!
Tali notizie sono
Prive di fondamento:
Mi ha fatto la mia mamma
E sono molto contento!
E sono molto contento!

A cura di Gabriele Mastroleo