CONDIVIDI

donna carbonizzara roma eurPurtroppo la parola Bullismo non esce ancora dal nostro dizionario e continua ad agitare l’opinione pubblico. Ancora una volta diventa pesante affrontare situazioni complicate legate a quanto è accaduto in un liceo toscano dove ad applicare bullismo sono stati degli studenti nei confronti del loro professore reo solo di aver fatto rispettare loro le regole della scuola. Una situazione fuori controllo che si spera possa portare a capire cosa sia accaduto e a punire i colpevoli evidenti dai video pubblicati.

Perquisizione per i bulli di Lucca

La Polizia di Stato ha deciso di effettuare delle perquisizioni ai sei studenti dell’istituto tecnico superiore di Lucca dove c’era stata violenza nei confronti del professore d’italiano. Sono stati inoltre sequestrati i vestiti che indossavano i ragazzi nel video i questione oltre ai loro smartphone e anche il casco della moto che era stato utilizzato per colpire ferocemente il professore. Ora si dovrà capire cosa sia accaduto nel tentato furto di un tablet dove all’interno c’erano i dati scolastici perché uno dei ragazzi tentava di farsi levare il voto già preso.

I ragazzi saranno anche interrogati e potranno dire la loro, anche se le immagini inchiodano già questi che dovranno rispondere ai gesti davvero inconsulti. Una situazione di violenza privata e minacce che hanno portato anche a umiliare il professore. Inoltre per cinque dei sei ragazzi si parla anche di proposta dal consiglio di classe di bocciatura automatica, come spiega il Preside Cesare Lazzari, perché per due di questi diventa automatica per la sospensione fino alla fine degli anni. Staremo a vedere quello che accadrà di fronte alla giustizia ordinaria che dovrebbe essere ferma di fronte a questo.