CONDIVIDI
Otranto Piscina Naturale
(Screenshot video Youtube)

Otranto, piscina naturale nascosta: l’incredibile scoperta – Ecco il VIDEO con le spettacolari immagini. 

La bellezza della natura non smette mai di stupirci e lo stupore aumenta quando in zone già stupende e note come quella di Otranto vengono scoperti angoli paradisiaci mai visti prima dall’uomo. Stiamo parlando di una incredibile piscina naturale che è stata scoperta grazie alle riprese del drone comandato dal videomaker Roberto Leone.

Se sei affascinato dalle piscine naturali leggi qui –> Piscine naturali: quali sono le più belle del mondo?

Il Salento è pieno di piscine naturali, leggi qui –> Grotta della Poesia, Una delle piscine naturali più belle d’Italia

Otranto, piscina naturale nascosta: VIDEO

Ecco il video girato dal videomaker Roberto Leone e proposto su Repubblica Tv:

Piscina naturale nascosta di Otranto, ecco dove si trova esattamente

La piscina scoperta dal drone si trova in zona Santo Stefano, a pochi metri dalla caletta di Toraiello e a pochi chilometri da Otranto (Lecce). Si tratta di una piscina naturale di acqua di mare che è ben custodita da una fitta vegetazione mediterranea e dai pini marittimi. Roberto Leone, l’autore di questa straordinaria scoperta specializzato in riprese aeree e coadiuvato dal collega Marco Spedicato, spiega così il suo ritrovamento: “Si tratta di una dolina, una conca chiusa che può essere generata dal crollo di una grotta. Conoscevo la zona perché è molto frequentata, ma mai avevo notato questo particolare angolo”. Tra l’altro Leone non è nuovo a questo tipo di scoperte. Infatti nel 2017 andò su tutte le prime pagine dei giornali per aver scoperto un isolotto a forma di cuore che si trova al largo di Porto Cesareo.  In questo caso la particolarità era che quello scoglio era molto frequentato, ma nessuno si era mai reso conto della sua particolare forma. Leone ne parlava così: “Lo conoscono tutti come uno scoglio a circa 50 metri dalla costa. Dall’alto cambiano le prospettive, cambia tutto, non mi risulta che altri lo avessero notato prima. Per girare sull’isola della Malva ho dovuto chiedere le autorizzazioni ai responsabili dell’Area marina protetta di Porto Cesareo. E perfino loro sono rimasti stupefatti guardando lo scatto”.

Leggi anche: Sardegna, lo spettacolo delle piscine naturali

A cura di Francesco Baglio