CONDIVIDI
Patrizia Bonetti Grande Fratello 2018
(Facebook)

Grande Fratello 2018, Patrizia Bonetti, ex di Gianluca Vacchi, in passato denunciò Stefano Ricucci per lesioni. 

La nuove edizione del Grande Fratello 2018 è appena iniziata e già divampano le polemiche. Doveva essere l’edizione Nip, cioè quella con le persone normali, non vip e invece molti dei concorrenti sono già noti al grande pubblico o sono comunque apparsi in diverse notizie di gossip e cronaca. E’ il caso di Patrizia Bonetti, ex di Gianluca Vacchi, di Claudio D’Alessio (figlio del cantante Gigi D’Alessio) e di Stefano Ricucci. Ed è proprio la vicenda che lo lega a quest’ultimo a destare più scalpore.

Se ti sei perso la prima puntata del Grande Fratello 2018 qui tutto quello che è successo > Grande Fratello 2018 DIRETTA prima puntata: tutte le news

Patrizia Bonetti del Grande Fratello 2018 denunciò Ricucci per lesioni

La storia tra Patrizia Bonetti e Stefano Ricucci, ex marito di Anna Falchi, ebbe un risvolto drammatico. La donna infatti lo denunciò nel 2015 per lesioni accusandolo di averla picchiata e presa a schiaffi. Accuse che Ricucci rigettò sempre con veemenza rispondendo che la Bonetti era solamente in cerca di pubblicità e notorietà e che voleva farsi notare a sue spese. Lei all’epoca aveva 20 anni e quando chiamò l’ambulanza e la polizia raccontò questa versione dei fatti: “Venite a prendermi, non so dove mi trovo. Sono stata picchiata. È stato lui. Ero uscita a cena con il figlio Edoardo e alcuni amici, poi siamo andati a casa. Ma lui è venuto lì. Mi ha preso a schiaffi e ha portato via il figlio”. La Bonetti venne poi ricoverata con 20 giorni di prognosi per un trauma cranio-facciale.

Patrizia Bonetti, la risposta di Ricucci: “Tutto falso, cerca notorietà”

Stefano Ricucci da subito rigettò le accuse e raccontò un’altra verità: “È tutto falso. Usa il mio nome per finire sui giornali. La denuncio per calunnia. Mio figlio l’ha soccorsa, dovrebbe ringraziarci. Sono stupefatto. L’ho lasciata il 15 marzo. Ci frequentavamo da meno di tre mesi e mi ero reso conto che è una ragazza che cerca solo notorietà, che vuole finire in ogni modo in televisione o sui giornali. Inoltre si comportava male, beveva troppo. Alle 21 si trasformava, tipo Dr. Jekyll e Mr. Hyde. Sabato sera l’ho incontrata per caso durante un aperitivo a Roma. Era da più di due mesi che non la vedevo. Era con alcuni miei conoscenti e ho acconsentito che venissero a cena con noi. Scrivono che l’ho aggredita perché era uscita a cena con mio figlio. Non è vero nulla. Edoardo era con me quella sera. Al ristorante c’ero anche io, eravamo in dodici a tavola. Intorno all’1.30 mio figlio mi ha riaccompagnato a casa e sono andato a dormire. Mentre lui è uscito di nuovo con gli amici dell’università. Verso le 2.30 alcuni amici, che erano a cena con noi, hanno trovato Patrizia, ubriaca, distesa su un divanetto di un piano-bar del centro. Sapevano che Edoardo era ancora in giro e che era in automobile. Così lo hanno chiamato e gli hanno chiesto di accompagnarla in macchina a casa di un conoscente, in via Boncompagni, dove avrebbe potuto passare la notte. E così ha fatto. L’ha aiutata in un momento di forte difficoltà. Lei vive a Bologna, a Roma non aveva dove andare e non aveva prenotato alcun albergo”.

Leggi anche:

A cura di Francesco Baglio