CONDIVIDI

Terza Guerra Mondiale, l’occidente si prepara? Grande tensione dopo le parole che hanno portato allo scontro a distanza tra Putin e Trump, di certo l’allarme che possa accadere qualcosa di grave. La Siria è al centro di un momento difficile da gestire con la paura di un attacco chimico che è dietro l’angolo e crea davvero molta preoccupazione in tutte le varie nazioni italiane.

Terza Guerra Mondiale, l’occidente si prepara?

Si punta il dito nei confronti di Bashar alAssad e tutto l’occidente parla di un utilizzo di armi chimiche in Siria. Il Presidente degli Stati Uniti d’America con un tweet ha sottolineato che sarebbero arrivati i missili americani verso la Siria con Francia e Inghilterra che sembrano altrettanto pronte a un attacco verticale.

Interessante è l’intervista in merito che ha fatto Sputnik Italia a Sebastiano Caputo che ha scritto il libro “Alle porte di Damasco. Viaggio nella Siria che resiste“. Questi ha spiegato: “Ho seguito da molto vicino gli avvenimenti del conflitto siriano, sono stato in Siria tutto il mese di marzo. Quando ero a Damasco ho assistito a una conferenza presso il Ministro della Difesa, in cui hanno preso parola generali russi e siriani. Già si parlava che avrebbero scatenato una campagna mediatica sulle armi chimiche”.

Poi spiega: “I giornalisti occidentali parlano di questo attacco chimico, ma non forniscono nessuna prova. Gli unici che hanno le prove sono i militari sul campo a Douma cioè i militari russi e quelli siriani. Hanno una posizione per parlare di prove e possono fornirle“. E’ sicuramente una situazione complicata sulla quale servirà fare davvero molta attenzione per cercare di capire cosa è accaduto nelle ultime settimane e se davvero le scie chimiche hanno colpito.