CONDIVIDI
venerdì santo
(foto pubblico dominio)

Oggi si celebra per la Chiesa cattolica il Venerdì Santo 2018: il significato del giorno, i riti e le processioni più suggestive e importanti in tutta Italia.

Mancano due giorni alla Pasqua 2018, il giorno in cui si celebra la Resurrezione di Cristo e che quest’anno cade il primo aprile. Il 25 marzo, Domenica delle Palme, siamo entrati nella Settimana Santa. Oggi invece è il Venerdì Santo, sicuramente il giorno del Triduo pasquale più intenso e sentito dai cattolici. Come sappiamo, nella tradizione e cultura cattolica, grande importanza rivestono i riti della Settimana Santa, a partire dalla Via Crucis. Queste celebrazioni concludono il periodo pasquale, che come noto inizia il giorno delle Ceneri.

Il significato del Venerdì Santo 2018 nella cultura cattolica

In questi giorni, vi abbiamo spiegato come calcolare il giorno di Pasqua di anno in anno. Ieri invece abbiamo ripercorso l’etimologia del termine ‘Pasqua’, mettendo in evidenza quali sono le differenze tra quella cattolica e quella ebraica. Ci soffermiamo ora sulla giornata del Venerdì Santo, cercando di capirne l’importanza che riveste all’interno del Triduo pasquale. Mentre il Giovedì Santo si rievoca l’ultima cena di Gesù con gli apostoli per celebrare la Pasqua Ebraica, in questa giornata si ricorda invece la morte sulla croce di Gesù sul monte Calvario. Per tale ragione, viene ripercorsa la Via Crucis, ovvero il percorso di Cristo con la croce verso il Golgota. Le stazioni sono quattordici e particolarmente intensa è quella celebrata dal Pontefice nella serata a Roma. Tra le caratteristiche di questa giornata, il fatto che non si celebra la Messa, ma solo le Letture, l’adorazione della croce e la comunione. Quest’ultima viene celebrata sebbene non vengano consacrate le ostie, quindi con quelle consacrate nella messa del Giovedì Santo. Inoltre, va ricordato che in questo giorno le campane tacciono in segno di lutto. Viene poi prescritto il digiuno ecclesiastico: questo prevede il consumo di un solo pasto nel corso della giornata e di un altro pasto fugace. Si può bere acqua e c’è il divieto assoluto di mangiare carne. L’obbligo va dai 18 ai 60 anni.

Per saperne di più su come si festeggia Pasqua nel mondo:

I Riti del Venerdì Santo in Italia

Dunque, i Riti della Settimana Santa trovano il loro culmine nel Venerdì Santo, che viene celebrato in maniera diversa in molte parti d’Italia. Veglie, processioni e più in generale manifestazioni religiose del periodo di Pasqua costituiscono momenti importanti di condivisione, socialità e riflessione. Un rilievo importante hanno nel Mezzogiorno d’Italia: ad esempio, a Matera, sono molto sentiti, in particolare con lo Stabat Mater e poi coi riti del Sepolcro. Un rito molto importante avviene a Barile, in provincia di Potenza, dove è rievocata la Passione di Cristo. Lungo il percorso rappresentazioni di pagani come la zingara che diede i chiodi per la Croce di Gesù. Ma non è solo il Sud Italia a essere particolarmente legato a questo tipo di tradizioni. A Verbicaro, nel cosentino, è ancora vivo il rito delle battenti: le persone fanno tre volte il giro del paese battendosi a sangue sulle cosce e lavandosi poi nella fontana del paese. A Mantova c’è l’esposizione dei Sacri Vasi: il rito si svolge nella Basilica di Sant’Andrea, maestosa opera di Leon Battista Alberti, quindi i vasi vengono portati in processione. In molte parti della Sardegna, il Venerdì Santo si svolge la deposizione dalla croce (“Su Scravamentu”) e l’incontro tra la statua di Gesù e della Madonna (“S’Incontru”). Invece, a Cantiano, sul confine tra Marche e Umbria, viene riproposta una grandiosa Via Crucis con decine di figuranti in abiti storici, la Turba, mentre la folla si muove da un posto all’altro del paese. Anche nel resto d’Europa, i riti del Venerdì Santo hanno un significato particolare: basti pensare alla Settimana Santa di Siviglia, con i suoi riti caratteristici, che si celebra dal XVI secolo ed è una delle più importanti al mondo. Vi partecipano circa 50mila persone, appartenenti alle 60 confraternite delle città.

Riti della Settimana Santa: per saperne di più leggi –>

Venerdì Santo in Italia: le processioni più sentite dai fedeli

Tra i Riti del Venerdì Santo, senza dubbio ricoprono un’importanza particolare le processioni. A Ischia, la Settimana Santa è molto sentita e il momento topico di queste celebrazioni è la processione che si tiene a Forio d’Ischia nel giorno del Venerdì Santo e che ricostruisce le 12 ore di Passione di Cristo. Una voce narrante accompagna i visitatori, mentre sicuramente un grande impatto emotivo sul pubblico arriva dall’interpretazione degli attori. Fortissima la tradizione dei Riti della Settimana Santa a Santu Lussurgiu, in provincia di Oristano, dove l’organizzazione è affidata alle quattro confraternite del paese. Si tratta di riti, in particolare quello della processione del Venerdì Santo, che affondano le proprie origini nella tradizione spagnola. Molto particolare la processione di Vercelli dove il Venerdì Santo passano per le vie della città dei gruppi scultorei portati a spalla. A Savona, negli anni pari, vengono portati a spalla 15 gruppi lignei che precedono la Santa Croce nella quale è conservata una reliquia della Croce di Cristo. A Orte, nel viterbese, si svolge una delle celebrazioni religiose più antiche d’Italia, ovvero una lunga processione con membri delle confraternite, penitenti scalzi con le catene alle caviglie, le piangenti al seguito della bara di Cristo, le Marie e la statua dell’Addolorata. Altrettanto antiche sono la processione del Venerdì Santo di Chieti e la processione dei Misteri di Calitri, in provincia di Avellino. Infine, in Puglia molto suggestiva è la processione dei Misteri che ha luogo a Taranto dal giovedì all’alba del Sabato Santo, articolandosi in tre riti diversi. Si inizia con la processione dei Perdunè che ha luogo dal pomeriggio alla notte di Giovedì e rievoca i pellegrini che andavano a Roma; c’è poi quella dell’Addolorata che dura oltre 10 ore e dove si suona la troccola; al termine inizia quella dei Misteri vera e propria, che finirà all’alba del sabato.

Processione del Venerdì Santo: dove andare in Italia e in Europa, per saperne di più leggi –>

A cura di Gabriele Mastroleo