CONDIVIDI
terremoto veneto
L’epicentro del terremoto

Terremoto: una scossa è stata avvertita stamattina in Veneto, nei pressi del comune di Possagno, le reazioni delle persone sui social network.

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.0 è stata avvertita stamattina in Veneto, a 4 km da Possagno, in provincia di Treviso, e a una profondità di dieci chilometri. Il sisma è stato avvertito alle 9.36 ora italiana in tutta la zona in maniera nitida, in particolare nei comuni di: Alano di Piave, Feltre, Quero, Asolo, Borso del Grappa, Crespano del Grappa, Monfumo, Paderno del Grappa, Possagno, Trevignano, Valdobbiadene, Asiago, Bassano del Grappa, Cassola, Marostica, Mussolente, Roana, Romano d’Ezzelino. Ieri pomeriggio una scossa di terremoto sempre di magnitudo 3 aveva preoccupato la zona di Pinerolo. Avvertita in modo distinto anche a Torino. Negli ultimi giorni, scosse sono state avvertite sui Sibillini e nel Basso Mare adriatico. Le due scosse più forti nel centro Italia, entrambe nel maceratese, sono state di magnitudo 3 con epicentro a 2 km da Pieve Torina, il 25 marzo alle 5.33 del mattino, e di magnitudo 3.2 il 27 marzo alle 0.43 con epicentro a 6 km da Serravalle del Chienti. La scossa nell’Adriatico meridionale è avvenuta invece il 24 marzo alle 0.31 al largo delle coste di Ostuni, con magnitudo 3.7.

Leggi anche –> Terremoto a Ostuni: paura tra la gente, le reazioni sui social network

Terremoto in Veneto: le reazioni sui social network

Come sempre accade, in tanti sui social network hanno commentato le loro reazioni alla scossa, che essendo di bassa intensità non è stata percepita da tutti nello stesso modo anche nella stessa località. Spiega un utente su Facebook: “In due abbiamo sentito il boato, una ha sentito lo scricchiolio dei controsoffitti, una in bagno non ha sentito nulla”. Ognuno ha un piccolo racconto di quegli attimi: “Sentita come un boato e il pavimento in legno ha iniziato a sussultare”, racconta una donna. E un’altra: “Ho visto oscillare il vaso di rame, pensavo fosse stato il gatto”. Alcuni racconti sono più drammatici: “Ho sentito il boato, ero in cucina e sono uscita fuori”. Fortunatamente, anche vista l’intensità del sisma, non si registrano danni a persone o cose. L’Italia è un territorio fortemente sismico, anche a causa delle diverse placche presenti, per cui episodi di questo tipo sono all’ordine del giorno e l’invito è quello a mantenere la calma di fronte a questo tipo di scosse.

A cura di Gabriele Mastroleo