CONDIVIDI

esplosione porto Livorno

Tragedia nel porto di Livorno: un’esplosione di un serbatoio ha fatto gravissimi danni e avrebbe causato la morte di due operai, oltre a diversi feriti molto gravi. Sul posto sono già arrivate le prime squadre dei Vigili del Fuoco e le ambulanze del 118 per verificare se ci siano vittime e quali siano le condizioni dei feriti. Lo scoppio è avvenuto da qualche decina di minuti, e – secondo quanto riporta l’Ansa – sarebbe stato causato dall’esplosione, all’interno del Porto di Livorno, di un serbatoio nel porto industriale di Livorno, che è un po’ uno dei crocevia del traffico commerciale all’interno del Tirreno. Le cause sono ovviamente tutte da accertare e si attendono le indagini degli inquirenti per capire cosa sia accaduto. Al momento, secondo quanto riporta una fonte de ‘Il Tirreno’, sarebbero due le vittime: si tratterebbe di due dipendenti della Labromare, uno morto sul colpo e l’altro spirato in ambulanza. Inoltre ci sarebbe un ferito grave.

Esplosione Porto di Livorno: la ricostruzione dei fatti

Siamo ancora nel campo delle ipotesi, quindi è difficile capire cosa abbia causato la violenta esplosione nel Porto di Livorno di qualche minuto fa. Secondo alcune ricostruzioni, l’esplosione si sarebbe verificata durante l’operazione di trasferimento di combustibile in un silo. Nella zona, all’interno del deposito Costiero Neri, non si è sviluppato alcun incendio. Dopo l’esplosione il serbatoio si è inclinato. Danni enormi, diversi feriti e presumibilmente anche qualche morto. Secondo quanto riporta ‘TgCom’ il bollettino sarebbe di due morti e di un ferito molto grave. Nel frattempo la zona prospiciente il deposito di oli combustibili è stata completamente evacuata.

Seguiranno aggiornamenti