CONDIVIDI

Le prime parole di Rita Dalla Chiesa sulla morte di Fabrizio Frizzi, con il quale è stata sposata dal 1992 al 1998.

Rita dalla Chiesa Fabrizio Frizzi

Come reagiresti se scoprissi che l’uomo a cui sei stata legata per 10 anni, con il quale, anche dopo il divorzio, hai sempre mantenuto un ottimo rapporto e al quale hai sempre voluto un bene immenso, se n’è andato all’età di 60 anni in seguito a un’emorragia cerebrale? Molto probabilmente allo stesso modo di Rita Dalla Chiesa.

Se vuoi sapere tutto su cosa è successo a Fabrizio Frizzi, quando ci saranno i funerali e che malattia lo ha ucciso trovi tutto qui:

L’intervista a Rita Dalla Chiesa dopo la morte di Fabrizio Frizzi

Intercettata da una folla di giornalisti fuori dall’ospedale Sant’Andrea, dove a breve sarebbe andata a salutare le spoglie del “suo” Fabrizio Frizzi, Rita Dalla Chiesa è apparsa visibilmente provata e profondamente addolorata. Ad accompagnarla la figlia Giulia. Tanto che alle domande della stampa Rita ha solo saputo rispondere «Mancherà a tutti» e quando le sono state chieste ulteriori dichiarazioni ha ripetuto la frase più sincera che potesse dire, la più appropriata per l’occasione: «Non posso». Possiamo davvero biasimarla?

Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa

Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa sono stati sposati dal 1992 al 1998, quando si sono separati per poi divorziare ufficialmente nel 2002. In una delle sue ultime interviste sull’ex marito, la conduttrice aveva fatto sapere che dopo il malore di Fabrizio dello scorso ottobre si erano sentiti regolarmente: «Sta meglio, ci mandiamo messaggi e ci sentiamo. So che sta combattendo la sua battaglia con sua moglie Carlotta che è una donna molto in gamba, e anche grazie all’amore che ha per il lavoro, che è la sua vita. Da quando ha ricominciato a lavorare è tornato il Fabrizio che ho sempre conosciuto».

In quella occasione, Rita Dalla Chiesa aveva confessato di non aver più trovato il Grande Amore dopo il divorzio da Frizzi, ma di aver comunque ritrovato se stessa e la serenità: «Dopo Fabrizio ho avuto delle storie, ma nel tempo ho imparato anche molto a star da sola. Non è che si stia bene, tutti hanno bisogno la sera di trovare qualcuno a casa che ti ascolti, con cui ridere o guardare un film. E nei periodi di buio nero mi sono ritrovata sola in camera con gli occhi sul soffitto a chiedere anche aiuto a mia mamma e mio papà, Una persona vicina mi avrebbe dato un po’ di serenità in più ma alla fine ce l’ho fatta anche da sola».

Rita Dalla Chiesa: «Fabrizio Frizzi mi aveva lasciato per un’altra»

Intervistata da LiberoQuotidiano solo pochi giorni fa, Rita Dalla Chiesa aveva raccontato del brutto periodo del divorzio, e della difficile ripresa. «Non si smette di soffrire mai, ma forse è successo dopo due anni, quando si è innamorato di Carlotta, sua moglie – ha dichiaro Dalla Chiesa – La nostra separazione era stata traumatica, dopo 16 anni insieme. Se ne era andato di casa per un’altra tizia con cui è durata poco. Poi, quando dopo due anni ha lasciato quella lì per Carlotta, una ragazza perbene che non sgomita e che gli ha dato una bellissima bambina, sono diventata sua complice. Ho capito tante cose».

Quel giorno Rita ha capito che forse la storia tra lei e Fabrizio non era destinata a durare: «Io ero più grande, avevo fatto le mie esperienze. Lui a 25 anni si prese cura di me che ne avevo 35, con una figlia, la vita va così».

Prima di uscire con un altro uomo, Rita Dalla Chiesa ha impiegato altri 4 anni: «Dovevo metabolizzare il tutto, metabolizzare per esempio l’idea di poter mettere il mio spazzolino vicino a quello di un altro che non era Fabrizio. Noi donne siamo così».

Oggi Rita Dalla Chiesa dovrà metabolizzare la morte di Fabrizio Frizzi e forse, questa volta, quattro anni non basteranno.