CONDIVIDI
Spesometro, Fisco

Spesometro, Fisco: entro il prossimo sei aprile verrà presentato lo Spesometro per il secondo semestre del 2017. Si tratta di una proroga visto che inizialmente si era parlato del 28 febbraio ma è intervenuta l’Agenzia delle Entrate per farlo slittare subito dopo. Ora però è giunto il momento di cercare di presentare tutto in maniera regolare e per evitare possibili sanzioni economiche o amministrative.

Fisco: lo Spesometro del secondo quadrimestre del 2017

Sarà possibile poi entro la data di scadenza del sei aprile aggiungere anche un’integrazione allo spesometro relativo al primo semestre con i dati che magari mancavano e così si eviterà la possibilità di sanzioni economiche pesanti che potrebbero entrare in ballo nel caso. La Legge di Bilancio del 2017 ha poi abolito quello che era il vecchio Spesometro annuale che si presentava una volta all’anno. Ora si effettuano due comunicazioni e cioè la comunicazione IVA e quella delle liquidazioni periodiche dell’Iva. Sicuramente così le cose sono più facili e si possono organizzare in maniera più immediata evitando di ricadere in dei possibili errori che a volte danneggiano il nostro lavoro.

C’è anche però chi viene esonerato da questa situazione. Tra questi ci sono i produttori agricoli, quelli che hanno un regime facoltativo, chi ha un regime dei minimi, un regime agevolato forfetario. Le associazioni e soggetti che adottano quest’ultimo regime devono andare a trasmettere solo i dati delle fatture emesse. E’ importante cercare di essere precisi davvero per evitare di ricadere in pesanti sanzioni economiche. Sicuramente sarà importante cercare di rientrare nelle scadenze per evitare che delle sanzioni possano poi gravare sulla situazione creando un po’ di preoccupazione. Nelle prossime ore sarà tutto più chiaro ed è ovvio che serva l’aiuto di un professionista come un commercialista che possa seguire passo passo nella presentazione dello Spesometro del secondo quadrimestre del 2017.