CONDIVIDI

Tragedia in Veneto: i Vigili del Fuoco hanno trovato un cadavere a San Donà di Piave, riverso in un canale. Scoperta davvero terribile quella che hanno fatto i VV.FF., insieme agli uomini del 118, che hanno ritrovato il corpo di un uomo nella zona commerciale di San Donà di Piave, intorno a via Calvecchia. Il cadavere si trovava nel canale che passa nei pressi dell’area del supermercato Cadoro. Si tratta di un 27enne del posto, sparito due giorni fa da casa. Già qualche ora prima il papà ne aveva denunciato la scomparsa. Il giovane, G.P.G., si era allontanato da casa e non era più rientrato, suscitando preoccupazione nei suoi familiari. Le ricerche fino a quel momento si erano rivelate infruttuose, poi un testimone ha fatto la macabra scoperta e ha subito denunciato tutto al 115.

Cadavere a San Donà di Piave in un canale: la ricostruzione dei fatti

Il ritrovamento del cadavere di San Donà di Piave si è verificato ieri pomeriggio, nell’area commerciale della cittadina in provincia di Venezia nota in quanto fu teatro di aspri scontri nel corso della prima guerra mondiale. Intorno alle ore 15, un passante che ha avvistato il corpo riverso nel canale e ha subito allertato i Vigili del Fuoco, che sono arrivati insieme al Suem 118 e alle forze dell’ordine ai sanitari per riscontrare il decesso dell’uomo ed espletare tutte le procedure del caso. La procura di Venezia ha disposto l’autopsia sul cadavere, ma si presume un suicidio o un malore, dal momento che già da qualche tempo il ragazzo combatteva contro dei problemi legati alla tossicodipendenza ed aveva già provato a togliersi la vita in altre occasioni.