CONDIVIDI

L’ora legale 2018 sta per tornare: quando scatta, cosa sapere e come affrontarla. 

Ora legale 2018
(Websource)

L’ora legale 2018 scatterà nel prossimo weekend alle ore 02.00 di domenica 25 marzo. Lancette dell’orologio avanti di un’ora: dormiremo dunque tutti un’ora in meno.

Ora legale 2018: quando scatta

Come dicevamo l’ora legale scatta ufficialmente nella notte tra sabato 24 e domenica 25 marzo alle ore 2.00. I dispositivi tecnologici come smartphone, computer e tv si regoleranno in automatico, mentre se ancora disponete di orologi analogici dovrete spostare materialmente la lancetta in avanti di un’ora. L’ora legale durerà fino alle ore 3.00 di domenica 28 ottobre quando ci ritroveremo a spostare gli orologi indietro per affidarci nuovamente all’ora solare.

Ora legale 2018: cosa sapere e come funziona

L’introduzione dell’ora legale avvenne in Italia con un decreto del 25 maggio 1916. Poi fu più volte abolita e reintrodotta fino alla definitiva adozione con una legge del 1965. L’obiettivo era quello di consumare meno energia elettrica con quell’ora al giorno di illuminazione pubblica spenta. Da anni però si discute in tutto il mondo della sua effettiva utilità e secondo molti esperti ed analisti porta più danni che benefici. Infatti il disorientamento per le persone che devono abituarsi biologicamente a questo cambiamento sarebbe non solo fonte di grande stress, ma anche di vere e proprie patologie. Recentemente nell’ambito del Parlamento Europeo si era discusso di una possibile abolizione dell’ora legale, ma per il momento l’Unione Europea ha deciso di mantenerla.

Ora legale 2018: come affrontare il cambio dell’ora

Come dicevamo prima, nei giorni seguenti il cambio dell’ora potremmo avere diversi problemi psico-fisici. I sintomi più comuni sono problemi a prendere sonno, difficoltà di concentrazione, stress diffuso e irritabilità. Addirittura secondo alcuni studi in persone già cardiopatiche il rischio di infarto aumenta del 5% proprio in quei giorni in cui si è appena passati all’ora legale. Per ovviare a tutti questi problemi l’Associazione Nazionale farmaci di automedicazione (ASSOSALUTE) ha preparato una serie di accorgimenti da prendere in questa occasione:

  • Oggi e domani mettere la sveglia una ventina di minuti prima o andare a dormire una ventina di minuti prima alla sera
  • Se si hanno problemi a prendere sonno cenare con pasti leggeri, una digestione migliore favorisce l’addormentamento
  • Aiutarsi con integratori naturali di magnesio
  • Fare attività fisica, soprattutto al mattino

A cura di Francesco Baglio