CONDIVIDI
meteo weekend 23-25 marzo
Meteo weekend 23-25 marzo (foto pubblico dominio)

Le previsioni meteo weekend 23-25 marzo: ecco che tempo farà in Italia nei prossimi giorni, con il Centro Sud che sarà colpito da una nuova perturbazione.

Anche questo weekend promette un tempo instabile su tutta la Penisola, per cui chi pensava di passarlo fuori, magari visitando i siti aperti per le Giornate del FAI di primavera 2018, dovrà ripensare ai propri programmi. In ogni caso, sebbene il clima resterà rigido, è previsto un lieve miglioramento anche per l’esaurirsi dell’effetto dei vortici depressionari che tra oggi e domani tenderanno lentamente a esaurirsi tra il basso Adriatico e i Balcani. Chi però è convinto che il maltempo lascerà la Penisola dovrà ricredersi, poiché una nuova perturbazione punterà il Mediterraneo occidentale per poi spostarsi verso le regioni meridionali italiane. Le regioni più colpite inizialmente saranno la Sicilia e la Sardegna, ma poi la perturbazione dovrebbe colpire tutto il Mezzogiorno d’Italia, in particolare nella giornata di domenica, mentre nel Centro Nord ci saranno fasi stabili e asciutte. Questo nuovo peggioramento si accompagnerà ad un clima lievemente più mite. La temperatura, tendenzialmente, aumenterà un po’ ovunque di almeno 4-5 gradi. Per l’arrivo della primavera, in ogni caso, occorrerà ancora pazientare.

Per approfondire leggi anche:

Previsioni meteo weekend in Italia

Entrando nel dettaglio, il primo weekend della primavera astronomica, che coincide con il weekend della Domenica delle Palme. Saranno giorni all’insegna del maltempo, a causa di un vortice ciclonico che si porterà sul Tirreno meridionale. Il tempo sarà dunque instabile, ma non su tutta Italia: la Penisola sarà letteralmente divisa a metà. Sabato mattina, prevalente al Nord Est, centrali tirreniche e Sardegna un tempo soleggiato, mentre residui di precipitazioni ci potrebbero essere sull’area dello Stretto, rilievi calabri e Salento. Pioggia possibile anche in alcune zone del Nord-Ovest, come Liguria e Piemonte meridionale. Sulla Sardegna occidentale, da sabato pomeriggio, ci sarà un rapido peggioramento, con rischio nubifragi tra Medio Campidano e Iglesiente, mentre la quota neve sarà superiore ai 1200-1300 metri. Sempre sabato, specialmente a partire dalla serata, intense piogge su tutta la Sicilia e sui settori ionici calabresi. Domenica il tempo peggiorerà e la perturbazione si sposterà verso la Puglia, non lasciando però le isole e la Calabria. Possibili nevicate, anche se comunque non intense, fino a 600-700 metri a cavallo tra Abruzzo e Molise. La perturbazione, nel corso della giornata, toccherà Campania – specie l’area del Cilento e l’Appennino – poi l’Abruzzo e si spingerà fino ai settori meridionali delle Marche. Questo nuovo vortice, infine, potrebbe colpire in maniera marginale Umbria e zone interne toscane. Nonostante il tendenziale aumento, le temperature resteranno comunque sotto la media stagionale del periodo. Un graduale miglioramento si dovrà attendere a inizio settimana prossima, con valori gradualmente più vicini alle medie tipiche di fine marzo.

A cura di Gabriele Mastroleo