CONDIVIDI

Pasqua 2018 in camper: dove andare, quali mete scegliere e cosa vedere. 

(iStock)

Pasqua 2018, che prevede un piccolo ponte tra il venerdì santo e la Pasquetta, potrebbe essere l’occasione per tirare fuori dal garage il vostro camper e pensare di regalarvi un piccolo viaggio all’insegna dell’avventura, del relax e della scoperta di posti nuovi.

Pasqua 2018 in camper: i luoghi da scoprire al nord

Ci sono itinerari e luoghi ideali per chi viaggia in camper per quello che offrono in termini di panorama, percorribilità delle strade, parcheggi, aree attrezzate e cose da vedere.

Partendo dal nord Italia segnaliamo un interessante itinerario nella zona di Conegliano-Valdobbiadene in provincia di Treviso. Si tratta della cosiddetta “strada del Prosecco” ed è l’ideale per gli amanti del vino, ma non solo dato che come zona offre molto altro. Infatti qui oltre al famoso Prosecco DOCG di Conegliano Valdobbiadene troverete anche splendidi paesaggi e panorami e piccolo borghi vestiti a festa in occasione della Pasqua 2018. Tra questi segnaliamo Asolo, Cison di Valmarino, Follina, Portobuffolè, Serravalle e Conegliano.

Un’altra bella idea per un viaggio in camper nei giorni di Pasqua 2018 potrebbe essere quella di avventurarsi in Val D’Aosta. Una bella area attrezzata per i camper la si trova per esempio a Brusson dove potrete godere di ampi spazi verdi in riva ad un caratteristico laghetto con parco giochi per i bambini dotato anche di gonfiabili. Un’altra tappa potrebbe poi essere Courmayeur dove nel giorno di Pasquetta troverete il mercatino tipico Foire de la Paquerette: artigianato locale valdostano, enogastronomia e una storica sfilata della Banda Musicale Courmayeur-La Salle, Les Beuffons e Les Badochys.

Se siete amanti della montagna non dimenticatevi del Friuli e delle Dolomiti. Con il camper potrete visitare lo splendido Parco Naturale e addentrarvi in borghi caratteristici come Cimolais, Claut, Barcis. Ideale per gli amanti del trekking e della mountain bike questa zona offre anche tanto relax. Da segnalare infine che durante il venerdì santo a Erto troverete una bellissima rappresentazione sacra in costume che rievoca la morte e la resurrezione di Gesù.

Pasqua 2018 in camper: gli itinerari del centro Italia

Nelle Marche sono tantissimi gli itinerari e i luoghi che potrete visitare col vostro camper. Tra i tanti punti di interesse vi segnaliamo che a Urbania si svolge il tradizionale “Punta e Cul”, un gioco storico dove i partecipanti si sfidano a colpi di uova. Se non vorrete sporcarvi potrete anche soltanto osservare lo spettacolo a debita distanza.

L‘Emilia Romagna, dimenticando per un attimo la costa adriatica, offre tantissimi luoghi davvero magici nel suo entroterra. Potreste dunque optare per un tour dei borghi romagnoli e addentrarvi in paesini come Verucchio, Coriano o Sant’Arcangelo di Romagna. Non molto distante troverete anche la famosa fortezza di San Marino che se non l’avete ancora vista merita davvero una giornata dedicata.

Rimanendo in centro Italia un itinerario per camperisti è senza dubbio quello della Maremma Toscana. L’offerta è molto ampia poiché comprende la zona costiera con località come Marina di Grosseto, Porto Santo Stefano e la costa dell’Argentario, la zona interna con suggestivi borghi come Magliano, Scansano, Manciano e Pitigliano.

Pasqua 2018 in camper sulle strade del Sud

A parte Matera, giustamente e con merito diventata una località nota in tutto il mondo, la Basilicata ha tantissimi altri luoghi ancora relativamente inesplorati che meritano senza dubbio un viaggio in camper. Detto che le aree attrezzate per camper non sono moltissime, ma che c’è abbastanza libertà nel parcheggiare i vostri mezzi, potreste avventurarvi in un itinerario che comprenda Lagopesole con il suo magnifico castello costruito da Federicco II, Acerenza, nominato ormai da anni tra i borghi più belli d’Italia, e Craco, famoso per essere stato il set del film di Mel Gibson “La passione di Cristo”.

Spostandosi nella vicina Puglia potrete visitare Altamura e Gravina di Puglia proprio al confine con la Basilicata. Se invece vorrete spingervi dall’altra parte della regione non potrete perdervi luoghi stupendi come Alberobello con i suoi trulli, Putignano, Monopoli e Conversano. In tema di trulli visitate la Valle d’Itria e in particolare Locorotondo, Cisternino e Martina Franca.

Se avrete voglia e tempo di attraversare lo stretto (o se vi trovate già in Sicilia ovviamente) potrete fare un tour dell’isola e anche qui non avrete che l’imbarazzo della scelta. Limitandovi alla Sicilia orientale potrete visitare Taormina con il suo splendido teatro greco, NotoSiracusa, il borgo di Marzamemi, la Riserva naturale di Vendicari e Catania. Qui potrete anche avventurarvi in un’escursione sull’Etna, meglio se con una guida specializzata che potrete trovare al Museo Vulcanologico Etneo di Nicolosi, al Rifugio Sapienza o presso il rifugio Le Betulle di Piano Provenzana. Spostandosi invece nella zona occidentale della Sicilia vi consigliamo la Valle dei Templi di Agrigento, la splendida PalermoTrapani.

Leggi anche:

A cura di Francesco Baglio