CONDIVIDI

Vacanze Pasqua 2018 in Umbria: dove andare e cosa vedere nella Regione del centro Italia, dal Lago Trasimeno alle città e luoghi d’arte.

pasqua 2018 umbria
Spoleto (Pixabay)

Sono molti gli italiani ancora indecisi su come passare le vacanze di Pasqua 2018. La solenne festività, la più importante insieme al Natale per i cattolici, cade quest’anno il primo aprile, ad appena una decina di giorni dall’equinozio di primavera. Quest’anno, l’incognita sarà il maltempo, per cui in molti devono ancora scegliere la propria meta. Tra chi opterà per una città d’arte e chi invece punterà tutto sulla più classica delle gite fuori porta, non mancheranno coloro che invece sceglieranno una meta estera. Tra le destinazioni alternative, in molti sceglieranno Matera, che il prossimo anno sarà Capitale Europea della Cultura e che per le sue caratteristiche morfologiche ed artistiche è stata definita la “Gerusalemme d’occidente”. Un’altra meta alternativa potrebbe essere l’isola d’Ischia, in cui è forte il legame con i riti e le tradizioni pasquali. Chi cerca una Regione dove potersi rilassare nel weekend pasquale, può optare per l’Umbria.

Le mete per le vacanze di Pasqua in Italia

Il lago Trasimeno, meta ideale per Pasqua 2018 in Umbria

Una delle mete preferite per chi volesse fermarsi per qualche giorno in Umbria, durante il periodo di Pasqua, è sicuramente il Lago Trasimeno. A tal proposito, una delle offerte per chi sceglie questa zona è davvero imbattibile. Stiamo parlando del B&B Magione – Monte del Lago, che offre sistemazione per due persone in camera matrimoniale, con bottiglia di vino in omaggio al costo di 38,00 euro per persona a notte. La quota comprende prima colazione, parcheggio privato,custodito, uso piscina e senza costi aggiuntivi. L’offerta, adatta soprattutto per giovani coppie, è legata al soggiorno per almeno due notti. Per chi sceglie il Lago Trasimeno come destinazione, diverse sono le opzioni su cosa fare. Ad esempio, dal sabato santo al Lunedì dell’Angelo, il centro storico di Città della Pieve ospita la Mostra Mercato dei Prodotti Tipici Agro-Alimentari, arrivata alla sua XXI edizione e che conta su oltre cinquanta espositori. Sarà possibile trovare tutti i prodotti della tradizione umbra, così come molte tipicità del Centro Italia e dell’intero stivale. Sempre Città della Pieve ospita Quadri viventi, una suggestiva ricostruzione della passione di Cristo che viene realizzata all’interno di diverse location nel centro storico.

Le mete per le vacanze di Pasqua: città e viaggi al top

Pasqua 2018: i riti della Settimana Santa in Umbria

Sempre Città della Pieve ospita Quadri viventi, una suggestiva ricostruzione della passione di Cristo che viene realizzata all’interno di diverse location nel centro storico. Questo perché, in Umbria come in tutta Italia, grande importanza rivestono i riti della Settimana Santa, a partire dalla Via Crucis. Queste celebrazioni concludono il periodo pasquale, che come noto inizia il giorno delle Ceneri. Quadri viventi rappresenta sicuramente uno degli eventi più importanti nel contesto dei riti pasquali. Si svolge nei sotterranei di Palazzo Orca, la Domenica e il Lunedì di Pasqua. A interpretarli sono quaranta figuranti che rievocano scene incentrate su L’Ultima Cena, L’Orto del Getsemani, L’Ecce Homo, La Flagellazione, La Pietà sul Cristo Morto, La Resurrezione. Il nome deriva dal fatto che la manifestazione trova ispirazione negli esempi della tradizione pittorica italiana, considerando anche che la cittadina umbra ha dato i natali a Pietro Perugino e Antonio Circignani detto Il Pomarancio. Ma la Settimana Santa, per l’Umbria, vuol dire anche Assisi: la città di San Francesco, infatti, dà grande risalto ai riti pasquali, in particolare il Giovedì Santo, con la “Deposizione del Crocifisso“, chiamata anche “Scavigliazione”, e il Venerdì Santo, con la celebrazione delle “Tre Ore di Agonia”, a cui segue la tradizionale processione del Cristo Morto.

Pasqua 2018: idee per una vacanza low cost

Mostre, musei e luoghi da visitare a Pasqua 2018 in Umbria

Anche in Umbria, sono tantissime le mostre d’arte che non si possono assolutamente perdere. Cadendo poi Pasqua la prima domenica del mese potete approfittare dell’iniziativa #DomenicaAlMuseo e visitarli gratuitamente. I musei aperti nel giorno di Pasqua sono molti in tutta l’Umbria. Aperti anche molti luoghi d’arte. Tra questi, merita di essere visto il Tempietto sul Clitunno, piccolo sacello a forma di tempio, che si trova nel comune di Campello sul Clitunno e che di recente è stato inserito nella liste del Patrimonio mondiale dell’Unesco. Viene ritenuto uno tra i sette gioielli dell’arte e dell’architettura longobarda in Italia. L’orario di apertura ai visitatori è dalle 10.30 alle 16.30. Per chi decidesse di passare la Pasqua nel comune di Gubbio, potrà visitare il Palazzo Ducale e il teatro romano, coi reperti dell’Antiquarium. A Perugia, nella Galleria Nazionale dell’Umbria, ospitata ai piani superiori del Palazzo dei Priori, sono esposte opere di epoca medievale e rinascimentale. Tra gli autori Arnolfo di Cambio, di Nicola e Giovanni Pisano, Duccio di Boninsegna, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Benozzo Gozzoli, Piero della Francesca e Francesco di Giorgio Martini. Esposte anche opere del Perugino e del Pinturicchio, oltre che di artisti vissuti tra il Seicento e l’Ottocento. Nei pressi di Perugia, nella moderna frazione di Ponte San Giovanni, si possono visitare l’Ipogeo dei Volumni e la necropoli del Palazzone. Sempre nel capoluogo si trova il Museo archeologico nazionale dell’Umbria, che ha sede nell’ex convento di San Domenico. Nella zona di Città di Castello, si può invece visitare il Castello Bufalini, nato come fortilizio militare della famiglia ghibellina dei Dotti di Sansepolcro. Tra le città d’arte più interessanti dell’Umbria, sicuramente una menzione speciale merita Spoleto, con il Teatro Romano, la Rocca albornoziana, il Museo archeologico nazionale e il Museo nazionale del Ducato di Spoleto. Infine, Orvieto, dove senza dubbio va visitata la Necropoli etrusca “Crocifisso del Tufo”.

Pasqua 2018: cos’altro fare in Italia

Pasqua 2018 in Umbria: le offerte da non perdere

Concludiamo dandovi alcuni suggerimenti sulle offerte da non perdere per chi scegliesse di passare in Umbria il weekend pasquale. L’Agriturismo Poggio del sole, a Terni in località S. Rocco Di Collepizzuto, offre a chi decidesse di pagare i giorni di Pasqua nelle proprie strutture tre pernottamenti al prezzo di due. Il costo è dunque di 160€ a coppia per il B&B e di 270€ a coppia per la mezza pensione. L’Agriturismo La corte del lupo a Nocera Umbra offre invece un soggiorno benessere a 120 euro a persona, comprensivo di due notti in camera matrimoniale, prima colazione, due cene e le bevande incluse, oltre a uno sconto del 20% nel centro benessere convenzionato. Per tutti i weekend di primavera, invece, l’Agriturismo Poggiomanente a Gubbio offre due notti a €129 a persona per 2 mezze pensioni, mentre per tre notti il costo è di €149 a persona per 3 mezze pensioni. Per chi volesse scegliere infine la Val Nerina, un appartamento da quattro posti per due notti presso l’Agriturismo Campagna in compagnia costa appena 260€.

Pasqua 2018: le mete alternative all’estero

A cura di Gabriele Mastroleo