CONDIVIDI

Sciopero 8 marzo nelle grandi città. Disagi per treni, metro, autobus e aerei. Rifiuti in strada a Roma. La situazione oggi in tempo reale

sciopero 8 marzo
(FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Oggi 8 marzo, uno sciopero generale è stato indetto in occasione della Festa della Donna dal sindacato Usb, che aderisce così alla mobilitazione ‘Non una di meno’, con manifestazioni e proteste in settanta Paesi del mondo. La serrata coinvolge il settore dei trasporti, compresi i treni. Aderiscono alla mobilitazione molte sigle sindacali di base. Si fermano anche i lavoratori aderenti alla Flc-Cgil nel settore della scuola, dell’università e della ricerca. Particolari disagi sono previsti nelle grandi città, a partire da Roma. Trasporti ad altissimo rischio anche nella città di Milano. Quello di oggi è il primo di una serie di giorni critici a causa di scioperi nel mese di marzo. Altri disagi per chi deve muoversi a Roma, giovedì 22 marzo, quando incroceranno le braccia i lavoratori Atac (dalle ore 08.30 alle ore 17 e dalle ore 20.00 a fine turno). Il giorno dopo, a scioperare sarà il personale docente della scuola e quello del Comparto del Servizio Sanitario Nazionale. Sabato 24, infine, si fermeranno i piloti e gli assistenti di volo di Blue Panorama. A proclamare lo stop dal lavoro Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta, Anpac, Anpav. Torniamo allo sciopero di stamattina, cercando di capire quale sia la situazione città per città.

VIDEO NEWSLETTER

Sciopero 8 marzo: metro ridotte, autobus bloccati e rifiuti in strada a Roma

A Roma, alle 8.30, si segnala una riduzione di corse per le principali linee di metro, tranne la Metro C dove tutte le corse circolano regolarmente. Sulla Roma-Lido, ultima partenza da capolinea Porta San Paolo ore 9.30 – ultima partenza dal capolinea Colombo ore 9.40 poi chiusura per sciopero in corso. Soppressi quattro treni e riduzione della circolazione, invece, sulla Roma-Viterbo. Circolazione regolare sulla Termini-Centocelle. A causa degli scioperi, potranno subire variazioni e cancellazioni i bus extraurbani gestiti da Cotral. Nella Capitale, disagi anche nel settore rifiuti, come sottolineato dall’Ama in una nota: “In base a precedenti casi del genere, si prevede un’incidenza limitata sull’erogazione complessiva dei servizi aziendali. In attuazione di quanto prescritto dalla normativa di legge, Ama ha comunque attivato le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili: Pronto Intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme, ecc. Interessati dallo sciopero, con le stesse modalità, anche gli operatori del comparto Settore Funerario. Anche in questo caso, sono stati predisposti i servizi minimi essenziali”.

Roma sciopero 8 marzo: traffico e lunghe code sul GRA

Per quanto riguarda la situazione del traffico, questo risulta congestionato nel Grande Raccordo Anulare, proprio a causa dello sciopero. Lunghe code in carreggiata interna dalla Flaminia all’Ardeatina e in esterna dalla Diramazione Roma sud alla Tiburtina, dove si è verificato un incidente. Traffico a rilento dalla Cassia alla Roma-Fiumicino, sempre in carreggiata esterna. Nell’immissione sul Gra, sulla Diramazione Roma sud, si registrano 2 km di code da Torrenova. Molto congestionato tutto il Tratto urbano della A24, con 7 km di code da Settecamini alla Tangenziale est in direzione del centro. Rallentamenti da Castel di Guido a Gregorio VII verso il centro, sull’Aurelia. Anche in questo caso c’è stato un incidente. Anche a causa di lavori, lunghi rallentamenti sulla Pontina, mentre c’è traffico intenso da Castel Romano a viale Europa verso l’Eur. Le consolari infine sono tutte trafficate in entrata a Roma. Nel centro, oggi non saranno attive le Zone a traffico limitato diurne del Centro storico e di Trastevere. In centro, nel pomeriggio, è anche previsto un corteo delle donne, previsto alle 17 al Colosseo.

Trasporti Milano: situazione per sciopero 8 marzo

Situazione più tranquilla, almeno per il momento, a Milano, dove Atm segnala: “La circolazione sulle metropolitane è regolare. Lo sciopero al momento non crea disagi”. Si spiega che proprio in questi minuti potrebbe però esserci un peggioramento, a causa del corteo previsto stamattina, con “possibili deviazioni in superficie con maggiori attese”. A Milano, difficoltà ci potrebbero essere anche nel pomeriggio, ma per un evento sportivo, ovvero la partita di Europa League tra Milan e Arsenal. In questo caso – avverte Atm – è “possibile un maggiore afflusso di passeggeri in metropolitana e deviazioni sui mezzi di superficie”. Oggi scioperano anche i tassisti, che incroceranno le braccia dalle otto alle 22.

Sciopero 8 marzo: treni cancellati e servizi garantiti

Disagi comunque limitati ci saranno oggi nel traffico ferroviario,  con lo sciopero di Usb previsto dalla mezzanotte fino alle 21:00, a cui si sommano quelli di Osr Orsa Ferrovie e di Cub Trasporti, dalle 9:00 alle 17:00. Italo ha pubblicato sul proprio portale la lista dei treni che saranno senza dubbio garantiti. Trenitalia invece ha fatto sapere che senza dubbio saranno garantite tutte le Frecce, mentre l’unico disagio è sulla linea Ventimiglia-Milano Centrale. Diversa la situazione del traffico regionale, che subirà le variazioni che di solito avvengono in caso di sciopero. Per avere un quadro completo e aggiornato della situazione, l’invito di Trenitalia è a consultare il proprio portale nella pagina dedicata ai servizi garantiti in caso di sciopero. Situazione difficile riguardo il traffico regionale nella regione Lombardia. Sul sito di Trenord, vengono segnalati tutti i ritardi, variazioni e/o cancellazioni. Se dovessero non esserci treni, questi saranno sostituiti da autobus senza fermate intermedie per i collegamenti aeroportuali “Milano Cadorna – Malpensa Aeroporto” e “Malpensa Aeroporto – Bellinzona”. Viaggeranno i treni inseriti nella lista dei “Servizi Minimi Garantiti”. Rispettate inoltre le fasce di garanzia 6-9 e 18-21.

Particolari disagi anche per chi sceglierà di spostarsi in aereo. Infatti Enav si ferma per quattro ore, dalle 13 alle 17. Lo sciopero è indetto da Cgil, Uil e Unica in tutta Italia. Braccia incrociate per tutta la giornata da parte dei dipendenti Alitalia a causa della prima agitazione indetta dal sindacato Cub. Sciopereranno inoltre i lavoratori di altre compagnie aeree. Sciopera anche Confael Assovolo, dalle 12 alle 16. I lavoratori del comparto aereo aderenti al sindacato Usb si potrebbero fermare per l’intera giornata. Alitalia, attraverso il proprio sito, spiega che “si è vista costretta a cancellare alcuni voli, sia nazionali che internazionali” ma ha comunque “attivato un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 75% riuscirà a partire”. Sarebbero in tutto 130 i voli nazionali e internazionali cancellati nella giornata odierna, secondo i dati riportati in queste ore. L’invito di Alitalia a “tutti i viaggiatori che hanno acquistato un biglietto per l’8 marzo” è “a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, sul sito alitalia.com” oppure chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero) oppure “contattando l’agenzia di viaggio presso cui hanno acquistato il biglietto”.

A cura di Gabriele Mastroleo