CONDIVIDI

Pasqua 2018 a Firenze: cosa visitare in città. Musei ed eventi da non perdere. I riti religiosi e laici nel capoluogo toscano. Come passare il tempo libero.

pasqua 2018 firenze
(Laura Lezza/Getty Images)

Sono davvero molti gli italiani che si stanno chiedendo cosa fare per le vacanze di Pasqua 2018. Le idee di viaggio sono davvero molte. C’è chi partirà con la famiglia e gli amici per una scampagnata, per stare in mezzo alla natura e fare il classico picinc, ma c’è anche chi molto probabilmente visiterà una città d’arte italiana, in visita a musei, mostre e monumenti. L’incognita quest’anno sarà il maltempo, ma sicuramente il fatto che Pasqua sia così vicina all’equinozio di primavera fa sì che tra le mete preferite ci sia sicuramente la neve. In alternativa, nonostante la festività cada solo il primo aprile, una delle proposte è la Pasqua al mare. Tra le tante mete, una per le quali vale la pena muoversi è una bella città d’arte come quella di Firenze.

Le mete per le vacanze di Pasqua in Italia

Cosa visitare a Firenze a Pasqua 2018

La città è ricchissima di opere d’arte, musei, monumenti, scorci suggestivi. Visitare Firenze in un solo giorno è praticamente impossibile, per cui il suggerimento è quello di scegliere di passare l’intero weekend pasquale. Nel centro storico, non si potrà fare a meno di attraversare Ponte Vecchio, visitare il Duomo di Santa Maria del Fiore, con la maestosa cupola del Brunelleschi, e ammirare la spettacolare Piazza della Signoria. Da Piazza San Lorenzo a Ponte Vecchio vi avevamo già proposto un itinerario a piedi di circa un chilometro, che vi permette di visitare i monumenti e le piazze principali di Firenze. Un altro itinerario potrebbe invece partire da Santa Maria Novella, accanto alla stazione centrale che posta lo stesso nome, percorrere poche centinaia di metri fino a San Lorenzo, e da lì si arriva al Duomo. In zona San Lorenzo è da vedere anche Palazzo Medici Riccardi. Altra perla di una delle città più belle d’Italia è la splendida chiesa trecentesca di Orsanmichele, che anticamente era una loggia usata per il mercato delle granaglie. Da vedere ovviamente anche la Basilica di Santa Croce, affacciata sulla grande piazza e davanti alla quale si erge la statua di Dante Alighieri.

Le mete per le vacanze di Pasqua: città e viaggi al top

Musei aperti ed eventi da non perdere il giorno di Pasqua 2018 a Firenze

Anche quest’anno sono tantissime le mostre d’arte che affollano i musei di Firenze. Si può anche approfittare dell’iniziativa #DomenicaAlMuseo e visitarli gratuitamente. I musei aperti nel giorno di Pasqua sono molti. Da non perdere l’opportunità di visitare la Galleria degli Uffizi gratuitamente con tutti i tesori d’arte a vostra completa disposizione. La visita comprende ovviamente anche Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli. Agli Uffizi, in mostra ‘Le Aquile del Rinascimento Spagnolo’, ovvero Alonso Berruguete, Pedro Machuca, Bartolome Ordonez e Diego de Siloe. Una selezione di opere del Settecento sono invece in mostra a Palazzo Pitti. A Palazzo Medici Riccardi, i giorni di Pasqua sono gli ultimi a disposizione per visitare la mostra dedicata al genio di Keith Haring. Segnaliamo poi a Santo Stefano al Ponte la mostra Monet Experience and the Impressionists. A Palazzo Strozzi, la mostra Nascita di una nazione, un viaggio nell’Italia del dopoguerra fino ai moti rivoluzionari del ’68. Infine, al Museo dell’Opera del Duomo non dovete perdervi  l’esposizione della Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto, una delle opere più rappresentative della rivoluzione portata da Giotto nel 13esimo secolo. Tanti gli eventi legati alla Pasqua. In piazza Strozzi, davanti all’omonimo palazzo, si terrà nel weekend di Pasqua e anche a Pasquetta il mercatino dell’artigianato artistico ArTour. Invece, in piazza Santa Croce si terrà la mostra mercato organizzata dall’associazione “Manodopera“, che proporrà oggetti fatti a mano, con dimostrazioni degli artigiani. Imperdibile, sulle colline di Firenze il mercatino di Fiesole, con prodotti di artigianato e gastronomia locale.

Pasqua 2018: idee per una vacanza low cost

Pasqua 2018 a Firenze: i riti della Settimana Santa

Anche a Firenze, come nel resto d’Italia, Pasqua vuol dire anche riti della Settimana Santa, a partire dalla Via Crucis. Queste celebrazioni, che concludono il periodo pasquale, che come noto inizia il giorno delle Ceneri, sono molto sentiti. Un evento folkloristico che chi visita Firenze a Pasqua non può assolutamente fare a meno di vedere è lo Scoppio del Carro, una tradizione nata circa 350 anni fa. Questo carro ricco di decorazioni, detto anche il “Brindellone”, fu realizzato la prima volta nel 1622. Simile a una torretta di due o tre piani, viene trainato da alcuni buoi per le strade del centro storico, quindi viene portato in Piazza Duomo. Lungo il percorso, viene accompagnato da percussionisti e sbandieratori, tutti in abiti storici. Il rito mescola il sacro e il profano: di fronte al Duomo, il carro arriva prima dell’inizio della Santa Messa, poi quando si canta il Gloria, l’arcivescovo accende un razzo a forma di colomba – simbolo dello Spirito Santo – che vala fuori dal luogo di culto e colpisce il carro, dando il via a un suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio. Se tutto va per il verso giusto, vuol dire che la stagione sarà propizia.

Pasqua 2018: cos’altro fare in Italia

Cosa fare nel tempo libero a Pasqua 2018 a Firenze

Per tradizione, a Firenze come altrove, la Pasqua vuol dire soprattutto l’agnello, cucinato soprattutto arrosto, servito come piatto principale. A tavola non possono mancare anche le uova, ma a Firenze e in tutta la Toscana, la Quaresima vuol dire anche prodotti dolciari tipici, come il “pan di ramerino”, una sorta di panino dolce con ramerino e uvetta e i biscotti chiamati “quaresimali“, fatti con il cacao ed a forma di lettere. Per chi cercasse a Firenze delle mete alternative a musei e mostre dove passare il tempo libero, una delle proposte sono le passeggiate verso Fiesole, Settignano o le colline fiorentine, ma si può restare anche in città e visitare i meravigliosi giardini e parchi monumentali. I più noti e frequentati sono il Giardino di Boboli, con Forte Belvedere che domina la città, il Giardino di Villa Bardini e il Giardino delle Rose, mentre a Pasqua viene tradizionalmente inaugurata la stagione del Parco mediceo di Pratolino.

Pasqua 2018: le mete alternative all’estero

A cura di Gabriele Mastroleo