CONDIVIDI

Pasqua 2018 a Milano. Se state cercando di capire dove andare e cosa visitare in occasione dell’imminente Pasqua e decidete di visitare la città di Milano non avrete che l’imbarazzo della scelta. 

Pasqua 2018 a Milano
(iStock)

Pasqua 2018 a Milano potrà essere una giornata all’insegna della visita ai tanti musei aperti con la visione di interessantissime mostre, una giornata dedicata alle passeggiate in centro o alla scoperta di angoli più nascosti e meno noti della città, oppure come se fosse un anticipo di Pasquetta una giornata passata in uno dei tanti e suggestivi parchi cittadini.

Pasqua 2018 a Milano, dove andare e cosa visitare: i musei

Durante il giorno di Pasqua 2018 praticamente tutti i musei di Milano non solo saranno aperti, ma proporranno anche mostre interessanti e imperdibili. Tra queste vi segnaliamo  al MUDEC-Museo delle Culture quella su Frida Kahlo che presenta moltissime opere dell’artista provenienti dalle due principali collezioni, quella del Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e quella della Jacques and Natasha Gelman Collection. Poi segnaliamo che a Palazzo Reale si potrà invece assistere alla mostra dedicata ad Albrecht Dürer, uno dei massimi esponenti del Rinascimento tedesco ed europeo. Sempre a Palazzo Reale ci sarà anche la mostra dei quadri provenienti Philadelphia Museum of Art. Stiamo parlando giusto per capirci di opere immense di artisti come Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Paul Cézanne, Henri Matisse e Pablo Picasso. 

Aperti e meritevoli di una visita, tra i tanti musei di Milano, anche la Triennale con le sue opere d’arte e design contemporanei, il Castello Sforzesco, il Museo della scienza e della tecnica che propone anche numerosi laboratori didattici e creativi per adulti e bambini, l’Acquario Civico, il Planetario, il Museo archeologico e il Museo Egizio.

Pasqua 2018 a Milano, dove andare e cosa visitare: la città

Se non avete voglia di infilarvi in un museo, ma preferite passeggiare per le vie di Milano potreste andare alla scoperta oltre che del centro storico anche di altre zone note, ma talvolta sottovalutate e poco battute. La Darsena e i navigli potrebbero meritare una visita e se poi volete esagerare potreste anche noleggiare una bicicletta e costeggiando il naviglio arrivare nelle campagna circostanti alla scoperta di cascine antiche, chiesette nascoste e luoghi davvero magici. Da non perdere il tal caso il famoso vicolo dei lavandai che si trova a pochi passi dal naviglio grande. Rimanendo invece in zone più centrali potreste visitare il quartiere di Brera, vero e proprio fiore all’occhiello di Milano. Tra le sue stradine e vicoli suggestivi vi imbatterete poi nella Cappella di San Bernardino delle Ossa, un luogo mistico e misterioso creato nel 1268 dalla Confraternita dei Disciplini, una chiesa che nasconde all’interno un ossario che non potrà lasciarvi indifferenti.

Pasqua 2018 a Milano, dove andare e cosa visitare: fuori dalla città

Se vorrete spingervi fuori dal confine milanese a pochi chilometri potreste trovare tutto un altro tipo di attrazioni e passare dunque una Pasqua 2018 completamente diversa. Potreste per esempio andare sul Lago di Como e a meno di un’ora di auto ritrovarvi in un contesto del tutto differente, tra ville storiche e panorami mozzafiato dove fare per esempio una romantica passeggiata lungo lago. Se cercate qualcosa di ancora più rilassante, detto che esistono anche le bellissime Terme di Milano, potreste spingervi fino a Bormio dove passereste una giornata alle terme (Bagno Nuovi e Bagni vecchi a scelta) indimenticabile circondati dalle montagne.

Pasqua 2018 a Milano, dove andare e cosa visitare: i parchi cittadini

Chi l’ha detto che soltanto a Pasquetta ci si debba immergere nella natura? Fermo restando la tradizione della gita fuori porta, Milano offre numerosi e ampi parchi cittadini che vi permetteranno di passare una giornata di relax in mezzo alla natura, ma a sue passi dalla città, dalle chiese e dai musei.

Parco Sempione  ha innanzitutto una stupenda e suggestiva collocazione tra il Castello Sforzesco e l’Arco della Pace. Interessante dal punto di vista naturalistico offre ampi spazi verdi, vialetti e percorsi di ogni tipo, numerose aree gioco per bambini. Senza contare la possibilità di visitare a pochi metri il Palazzo dell’Arte, l’Acquario Civico, la Torre del Parco, l’Arena Civica e la Triennale di Milano. In un’altra invidiabile posizione, a Porta Venezia, ci sono i Giardini Indro Montanelli. Si tratta di un parco che risale addirittura al 1784 che vi affascinerà con i suoi spazi geometrici e con i giochi di prospettiva dei suoi sentieri. Ideale per le famiglie con bambini si trova anche a pochi passi dal seicentesco Palazzo Dugnani, dal Planetario e dal Museo Civico di Storia Naturale. Degno di nota senza alcun dubbio anche il Giardino della Villa Belgiojoso Bonaparte. Situato praticamente al centro di Milano, primo esempio cittadino di giardino all’inglese offre anche la possibilità di visitare al suo interno la Galleria d’Arte Moderna (ex Museo dell’Ottocento) e  il Padiglione d’Arte Contemporanea (PAC). Se siete più interessati alla tranquillità della natura piuttosto che alla vicinanza con il centro o con i musei vi segnaliamo il Boscoincittà che si trova nella zona est della città ed è stato costruito intorno all’antichissima cascina di San Romano. E’ famoso per il suo laghetto e i suoi ruscelli e propone anche percorsi equestri al suo interno.

A cura di Francesco Baglio