CONDIVIDI
scuole chiuse neve 1 marzo 2018
(Chris Hondros/Getty Images)

Scuole chiuse per allerta neve anche domani, 1 marzo 2018, in molte regioni d’Italia. L’elenco regione per regione

Sin da lunedì, molte scuole italiane sono rimaste chiuse a causa di Buran. Anche oggi sono stati diversi gli istituti scolastici rimasti chiusi, in diverse regioni italiane. Per domani è atteso The Big Snow in particolare nel Nord-Ovest. Inoltre, l’ondata di gelo non accenna a diminuire nel Centro Italia, dove i disagi sono ancora forti, soprattutto nei trasporti. La nuova ondata di maltempo e neve delle prossime ore partirà dalla Liguria, toccando molte Regioni. Particolare attenzione, nelle prossime ore, è rivolta a Milano. In quest’ultimo caso, però, il sindaco Giuseppe Sala ha assicurato che le scuole resteranno comunque aperte.

Maltempo: freddo e neve anche domani

Stanotte precipitazioni nevose torneranno ad affacciarsi al Centrosud, con possibilità di nuovi rovesci a Roma. Neve anche su Campania interna, Lucania e nord foggiano, che però potrebbe spingersi fino alla provincia di Barletta-Andria-Trani. Tra Toscana e Umbria, verranno colpite dalla neve Firenze, Pisa, Livorno, Pistoia, Arezzo, Perugia, quindi le Marche, soprattutto nelle zone centrali della Regione. Fino a giovedì pomeriggio ancora neve su alta Toscana, nord Umbria, alte Marche, mentre tendenzialmente nel resto del Centrosud questa si trasformerà in pioggia, con l’alzarsi delle temperature. La neve invece sin da stasera non risparmierà Liguria, Emilia Romagna, bassa Lombardia, basso Piemonte. Domani sera, la neve dovrebbe abbandonare definitivamente le regioni del Centro Italia. I rischi maggiori, in ogni caso, dovrebbero arrivare dal gelicidio, con le temperature che in molte zone saranno di gran lunga sotto lo zero.

Freddo e neve, scuole chiuse: l’elenco regione per regione

Domani, in via precauzionale, le scuole resteranno chiuse anche in alcuni comuni della Campania, come Mondragone e Benevento, e della Puglia, come Corato, nel barese. Scuole chiuse a Roccanova, Castronuovo di Sant’Andrea, San Severino Lucano, in Basilicata. Anche nella Capitale domani le scuole potrebbero restare chiuse. Lo ha lasciato intendere il presidente dell’Associazione nazionale presidi del Lazio Mario Rusconi, il quale ha dichiarato all’Ansa che “giovedì è di nuovo prevista neve a Roma, quindi presumibilmente ci sarà un nuovo stop, venerdì compreso, anche per il ghiaccio”.

Scuole chiuse in tutto il Centro Italia

Terzo giorno di chiusura delle scuole anche in molte altre zone del Lazio. A Macerata, l’amministrazione comunale ha stabilito che anche domani gli istituti scolastici saranno chiusi dopo “l’avviso emesso dalla Protezione civile che parlano di nuove precipitazioni nevose tra stanotte e domani mattina e di basse temperature”. Una scelta alla quale si accodano molti sindaci della provincia. Nelle Marche, scuole chiuse anche nell’anconetano, compreso nel capoluogo di regione e a Senigallia. Anche in Emilia-Romagna scuole chiuse soprattutto per le basse temperature e il gelicidio, in particolare sul litorale. L’elenco dei comuni comprende anche: Coriano, Misano Adriatico, San Giovanni in Marignano, Morciano, Bellaria Igea Marina, Poggio Torriana, Riccione, Cattolica e Rimini, anche se in quest’ultimo caso manca ancora la conferma ufficiale. In Emilia, molti Comuni delle zone montane del territorio hanno già emanato le ordinanze di chiusura. Scuole chiuse anche a Firenze: lo ha annunciato il sindaco, Dario Nardella, nel corso di una conferenza stampa, in cui ha illustrato il piano anti maltempo. In Toscana, l’elenco delle scuole chiuse è lunghissimo e comprende praticamente tutti i capoluoghi di provincia.

Nord-Ovest: quali scuole restano chiuse

Da Ventimiglia a Noli, in Liguria, tutti i comuni hanno approvato ordinanze per chiudere le scuole, a causa della neve e delle temperature che toccheranno anche i -13°C. Scuole chiuse anche a La Spezia, Savona e Sanremo, Varazze, Loano, Toirano, Boissano, Davagna, Lumarzo, San Bartolomeo al Mare. Massima allerta e rischio chiusura anche in molte scuole del Piemonte, già rimaste chiuse nei giorni scorsi. Infine, in Lombardia, l’elenco è per ora limitato a Codogno e San Fiorano, ma potrebbe allungarsi nelle prossime ore.

 

A cura di Gabriele Mastroleo