CONDIVIDI
Pasquetta 2018 in Toscana
Maremma toscana (iStock)

Pasquetta 2018 in Toscana vi permetterà di vivere a contatto con la natura in una delle Regioni italiane più verdi che ci siano e di godere del buon cibo e vino tipico di queste zone. Dopo avervi segnalato le migliori mete per le vostre gite fuori porta, e cosa fare nel caso rimaneste a Milano o a Roma, ecco dunque cosa fare se decidete di recarvi in Toscana per passare i giorni di questo imminente Ponte pasquale.

Pasquetta 2018 in Toscana: feste di paese e mercatini

Veduta di Vinci (iStock)

Sulla possibilità di fare pic-nic la Toscana ha talmente tanta offerta di spazi verdi e scorci suggestivi che avrete l’imbarazzo della scelta. La decisione in merito a quale zona recarsi potrebbe essere influenzata dalla presenza in zona di feste di paese, mostre e mercatini locali. In tal senso vi segnaliamo il celebre mercato di Vinci in provincia di Firenze. Il borgo storico che diede i natali a Leonardo si presenta in tutto il suo fascino e oltre al mercatino stracolmo di oggetti di artigianato locale potrete approfittarne per visitare il Museo Leonardiano, la casa in cui nacque Leonardo e la biblioteca leonardiana dove sono custoditi molti suoi manoscritti. Tradizionale è la Festa della Farina Dolce di Piteglio in provincia di Pistoia nella quale potrete degustare vari prodotti tra i quali castagnaccio, frittelle, polenta dolce oppure i tipici necci, gustose crespelle a base di farina di castagne. Per chi ama il salato non mancheranno panini con la salsiccia locale, vino e bancarelle con formaggi tipici della zona. Da segnalare anche il piccolo, ma suggestivo mercatino di Fiesole, sulle colline che dominano Firenze che proporrà prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia locale. Nel Parco Naturale della Maremma potrete fare diverse escursioni  e passeggiate organizzate per il giorno di Pasquetta. Per un’uscita non troppo impegnativa, ma altamente suggestiva suggeriamo l’escursione “Il sentiero delle torri”. Sempre in Maremma infine segnaliamo la Sagra dell’agnello, il tradizionale appuntamento gastronomico che si tiene a San Martino sul Fiora, frazione di Manciano in provincia di Grosseto. Per gli appassionati di natura segnaliamo poi la Mostra Antiche Camelie della Lucchesia che si tiene nel Borgo delle Camelie di Capannori (Lucca). Il programma prevede tra le tante iniziative anche la visita al Camellietum Compitese, un giardino botanico con oltre mille piante differenti, la visita alla torre di segnalazione e alla chiesa del borgo, numerosi laboratori di scultura, pittura e arti varie e infine gli immancabili mercatini di artigianato e cibo locale. Se volete invece un programma che vi occupi tutti i giorni del ponte di Pasqua segnaliamo l’iniziativa “Pasqua in Casentino” che promette una tre giorni immersi tra foreste e monasteri millenari. Detto che le prenotazioni si raccolgono fino al 29 marzo il fitto programma prevede un’escursione intorno al Monte Penna della Verna con suggestivo passaggio nella foresta delle Ghiacciaia e nel Bosco delle Fate, escursioni notturne, colazione e pranzo di Pasqua con prodotti tipici e l’escursione a Camaldoli nel giorno di Pasquetta. Il programma come dicevamo è pieno di appuntamenti e il costo di questa splendida gita è di 188 euro a testa (per informazioni scrivete a casanova@RifugioNelCasentino.it.

Pasquetta 2018 in Toscana: le mostre d’arte

Duomo di Firenze (iStock)

Se vorrete visitare la splendida città di Siena non potrete perdervi la mostra dedicata ad Ambrogio Lorenzetti che si tiene a Santa Maria della Scala. Uno degli artisti più importanti del 14esimo secolo, ma paradossalmente poco noto al grande pubblico, sarà presente con numerose e straordinarie opere provenienti dai più importanti musei del mondo (Louvre, Uffizi, National Gallery, Musei Vaticani). Ad Arezzo in occasione del 130° anniversario della nascita ci sarà una mostra dedicata a Giorgio de Chirico presso il Palazzo della Provincia con particolare attenzione alle sue sculture e alle opere meno note. Per quanto riguarda Firenze segnaliamo al Museo dell’Opera del Duomo l’esposizione imperdibile della Madonna di San Giorgio alla Costa di Giotto, una delle opere più rappresentative della rivoluzione portata da Giotto nel 13esimo secolo, un dipinto che si credeva perduto e che venne poi ritrovato e riconosciuto nel 1930. Da non perdere poi presso Santo Stefano al Ponte la mostra Monet Experience and the Impressionists. I visitatori verranno avvolti ed immersi completamente nelle opere del genio impressionista con un’esposizione che coinvolgerà tutti i sensi e che si preannuncia altamente innovativa e sorprendente, garanzia di un’esperienza davvero indimenticabile.

Se cerchi altre idee per Pasquetta 2018 leggi anche:

A cura di Francesco Baglio