CONDIVIDI
(iStock)

Le mostre d’arte 2018 in Italia saranno ancora una volta moltissime e di estremo interesse. Tra le città più fervide e attive in tal senso c’è senza dubbio Milano che presenta un programma di alto profilo e molto variegato pensato per soddisfare pubblici diversi per età, passioni e gusti artistici. Alcune mostre come quella dedicata a Frida Kahlo sono già partite, altre come quella di Albrecht Dürer partiranno a breve e alcune, come quella dedicata a Picasso che si terrà a Palazzo Reale si faranno attendere mesi, ma sapranno poi ripagarvi a dovere.

Mostre d’arte 2018 a Milano: Frida Kahlo al Mudec

(JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty Images)

E’ partita il 1° febbraio e resterà al MUDEC-Museo delle Culture di Milano fino al 3 giugno 2018. Stiamo parlando della mostra intitolata “Frida. Oltre il Mito” e dedicata alla grande artista messicana Frida Kahlo. A Milano sono arrivate tutte le opere dalle due principali collezioni custodite al Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e nella Jacques and Natasha Gelman Collection. Per completare questa maestosa mostra altri importanti musei internazionali hanno prestato alcune opere permettendo così al Mudec di dare vita a qualcosa di mai visto che, come dice anche il titolo, intende andare oltre al mito di Frida raccontando la sua vita privata e pubblica da un punto di vista inedito.

Mostre d’arte 2018 a Milano:  Albrecht Dürer a Palazzo Reale

(Hannelore Foerster/Getty Images)

Albrecht Dürer è considerato uno dei massimi esponenti del Rinascimento tedesco ed europeo e per questo motivo la mostra che andrà in scena a Palazzo Reale dal 21 febbraio al 24 giugno 2018 è davvero un’occasione imperdibile per ammirare le sue straordinarie opere. La mostra si concentra in particolar modo sui rapporti di Dürer con gli altri maestri del suo tempo come Cranach, Giorgione e Lorenzo Lotto attraverso l’esposizione non solo di quadri, ma anche di disegni preparatori e incisioni.

Mostre d’arte 2018 a Milano: i capolavori del Philadelphia Museum of art

(DANIEL SORABJI/AFP/Getty Images)

Dall’8 marzo al 2 settembre 2018 a Palazzo Reale arriveranno i capolavori del Philadelphia Museum of Art. Stiamo parlando di opere simbolo dell’arte moderna e dell’impressionismo e di artisti del calibro di Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Paul Cézanne, Henri Matisse, Pablo Picasso e Paul Klee. La particolarità di questa collezione proveniente da Philadelphia e quindi di questa mostra che potrete ammirare a Milano è che molte delle opere sono state donate da collezionisti privati che avevano creato le loro collezioni in collaborazione proprio con gli stessi artisti. Un dettaglio che rende davvero unica questa mostra.

Mostre d’arte 2018 a Milano: Pablo Picasso a Palazzo Reale

(Dan Kitwood/Getty Images)

Sempre a Palazzo Reale dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019 ci sarà un appuntamento speciale con le opere e il mito di Picasso. Si tratterà di una mostra enorme, un vero e proprio evento con cinque sezioni nelle quali troveranno posto circa 350 opere provenienti direttamente dal Museo Picasso di Barcellona. Il tema di fondo sarà quello che pervade le opere dell’artista contrassegnata da grandi contrasti: violenza ed eros, bestialità e umanità, vita e morte.

Mostre d’arte 2018 a Milano: “Sotto il cielo di cristallo” al Castello Sforzesco

(iStock)

In occasione dei 150 anni dall’inaugurazione della Galleria Vittorio Emanuele II Milano celebra uno dei suoi simboli architettonici e lo fa nel Cortile della Rocchetta all’interno del Castello Sforzesco. La mostra “Sotto il cielo di cristallo”, realizzata dall’Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana in collaborazione con altri importanti enti milanesi, celebra la Galleria con disegni, bozze, documenti, atti legali, stampe, dipinti e manoscritti tutti legati alla realizzazione dell’incredibile opera architettonica che è anche conosciuta come il “salotto di Milano”.

Mostre d’arte 2018 a Milano: “Boldini, ritratto di signora”

(OHN D MCHUGH/AFP/Getty Images)

Giovanni Boldini, nato a Ferrara nel 1842, visse gran parte della sua vita a Parigi dove entrò nella corrente artistica dei macchiaioli e dove in seguito si specializzò nel compiere ritratti di signora che lo hanno reso celebre tra i contemporanei e lo hanno fatto diventare poi un punto fermo della storia dell’arte. Presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano dal 18 marzo al 17 giugno 2018 verranno esposte 30 opere dell’artista ferrarese tra cui i famosi dipinti “La treccia bionda” e “L’americana”.

Mostre d’arte 2018 a Milano: Paul Klee e il primitivismo

(FRANCOIS GUILLOT/AFP/Getty Images)

La mostra dedicata a Paul Klee, curata da Michele Dantini e Raffaella Resch, andrà in scena al Mudec, il Museo delle Culture di Milano, dal 26 settembre 2018 al 27 gennaio 2019. Si tratterà di un punto di vista nuovo ed inedito sull’artista tedesco che porrà Klee all’interno della corrente primitivista che attraversò l’Europa all’inizio del 20esimo secolo. Si potranno così confrontare opere del pittore tedesco messe a confronto con manufatti provenienti dall’antichità classica per poterne ammirare gli straordinari ed imprevisti punti di contatto.

Mostre d’arte 2018 a Milano: lo spettacolo dello spazio profondo

(Photo by NASA via Getty Images)

Permetteteci in conclusione un piccolo off-topic per una mostra non prettamente d’arte, ma unica nel suo genere. Si tratta di una rara occasione che avremo noi italiani di ammirare qualcosa di estremamente affascinante e misterioso. Stiamo parlando della mostra “NASA – A human adventure” che potrete ammirare fino al 4 marzo 2018 nello Spazio Ventura XV. Qui potrete rivivere la corsa alla conquista dello spazio da parte dell’uomo, vedere e toccare con mano tutti i manufatti portati dall’agenzia spaziale americana sulla Luna e in tutti i viaggi spaziali. Razzi, moduli lunari, Space Shuttle e un imperdibile simulatore di centrifuga spaziale vi permetteranno di vivere un’esperienza davvero unica all’interno di un percorso didattico e scientifico pieno di emozioni e sorprese. Saranno circa 300 i manufatti provenienti dal Cosmosphere International Science Education Center e dal U.S. Space & Rocket Center e quasi la totalità sono stati realmente utilizzati in missioni spaziali.

A cura di Francesco Baglio