CONDIVIDI

Ecco Gli Aspetti Giuridico Legali che Dovresti Sapere Utilizzando Whatsapp:

La messaggistica istantanea introdotta da Whatsapp ha sconvolto le nostre vite. Insomma, da quando esiste questa applicazione è radicalmente cambiato il nostro modo di comunicare con le persone. Tutto è diventato più semplice e veloce. Tuttavia, nessuno si è mai chiesto quali sono gli aspetti legali che caratterizzano questo straordinario servizio? Quando scarichiamo l’app ne accettiamo le condizioni d’uso talvolta senza leggerle.

Quello che dovremmo sapere Innanzitutto è  che Whatsapp non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda gli eventuali link a siti di terze parti trasmessi nelle chat: contenuti, privacy policy e pratiche di piattaforme esterne non sono sotto il suo controllo.
Per cui, è bene sapere che se qualche amico utilizza il servizio per reindirizzarci a siti che non sono di nostro gradimento, non possiamo rivolgerci all’app.
Inoltre, Whatsapp ha da sempre imposto dei limiti all’utilizzo. Infatti, gli utenti possono utilizzare l’app solo per fini personali, ma non possono rivendere o pagare altri per l’uso o l’accesso al servizio.

Inoltre, il servizio offerto non può essere ‘clonato’ allo scopo di venderlo a terzi. Tantomeno può essere decodificato.
Gli utenti whatsapp, inoltre, non possono raccogliere informazioni personali di terzi (compreso il numero di telefono) dal servizio. Tantomeno possono farne uso per spam oppure promozioni pubblicitarie.

I diritti di proprietà intellettuale:
Ovviamente, Whatsapp ha voluto tutelarsi in materia di proprietà intellettuale. Il rischio che qualcuno avesse potuto ‘copiare’ l’idea era troppo grosso. Così, nelle proprie condizioni d’uso mette in chiaro che il design del servizio, il testo creato, gli script, la grafica, le funzioni interattive e simili (con qualche eccezione), i marchi e i loghi in esso contenuti, sono di proprietà dell’applicazione o le sono stati concessi in licenza.

Anche per quanto riguarda gli status, l’app verde ricorda che gli utenti ne sono unici responsabili. Devono, dunque, necessariamente disporre di eventuali licenze, diritti, consensi, autorizzazioni per l’utilizzo di Whatsapp.

Contenuti non ammessi su whatsapp:

Molto interessante è vedere l’impegno che Whatsapp richiede agli utilizzatori della propria applicazione per quanto riguarda i contenuti. Infatti, non è possibile inviare materiale protetto da copyright, da segreto commerciale o comunque appartenente a soggetti tutelati da diritti di proprietà. Se qualcuno dovesse violare il diritto d’autore di terzi o altri diritti di proprietà intellettuale, Whatsapp rimuoverà i relativi invii.

Inolte, come specificato nelle condizioni d’uso, nessuno ha il diritto di pubblicare falsità che potrebbero danneggiare il servizio o terzi e che non è possibile inviare tramite Whatsapp contenuti illegali in quanto osceni, diffamatori, offensivi, minacciosi, denigratori, razzisti e così via. E’ bene sapere anche che i contenuti per adulti devono essere identificati come tali. Nessun raggiro, insomma.

Chi può utilizzare Whatsapp?
Non è un’applicazione per tutti. Certo, questo vi lascerà di stucco perché oggi anche i bambini ne fanno uso. Nei termini di servizio è scritto chiaramente che Whatsapp può essere utilizzato solo dai maggiori di 16 anni di età.

Inoltre, non può essere utilizzato in paesi soggetti a embargo statunitense, che sono stati designati dagli USA come “supporter” del terrorismo o che comunque risultano in qualche particolare elenco tenuto dagli Stati Uniti.

Whatsapp e la Privacy:

Almeno sotto questo aspetto si può stare più che tranquilli. Ultimamente, infatti, il sistema ha introdotto la tecnologia di crittografia “end-to-end”. Sostanzialmente, questa tecnologia tutela gli utenti in modo che qualsiasi tipo di scambio avvenuto su Whatsapp sia visibili solo al loro mittente e al loro destinatario. Ne restano esclusi i Governi, gli hacker, le forze dell’ordine e Whatsapp stesso. Per cui, si può utilizzare l’app con la serenità di chi è consapevole che i propri messaggi non saranno mai ascoltati o letti da altri al di fuori dei rispettivi destinatari.

Trucchi e Segreti nascosti di Whatsapp

Whatsapp per Tablet e Ipad? 

SuperTrucco per capire chi ha visto il tuo profilo