CONDIVIDI

Reddito di InclusioneNumerose sono le famiglie italiane alle quali interessa essere a conoscenza delle nuove modifiche relative al Reddito di Inclusione, modifiche che sono state introdotte con la Legge di Bilancio 2018, n. 205/2017.  Tra queste poche righe troverete le informazioni necessarie al riguardo.

In primis, va specificato che i moduli con le dovute modifiche sono già disponibili, pertanto è possibile esporre domanda sin da subito. Per accedere al REI dei nuclei familiari, sono stati agevolati i requisiti per le famiglie in cui è presente un lavoratore in stato di disoccupazione, di età pari o superiore a 55 anni. L’importo delle nuove modifiche ha elevato le entrate del massimo mensile per le famiglie numerose. Dunque, nei nuclei con 5 componenti il massimale è di 534,37 euro, invece per 6 o più componenti, il massimale ammonta a 539,82 euro.
Il reddito di cittadinanza, dunque, è un sostegno destinato alle famiglie in difficoltà. Ad esempio, a chi nel proprio nucleo familiare ha almeno un figlio minorenne, una donna in stato di gravidanza accertata di almeno quattro mesi, una persona disabile o una persona con 55 o più anni senza occupazione.
L’importo viene versato mensilmente mediante una carta di pagamento elettronica (Carta REI). I beneficiari verranno inclusi in un progetto personalizzato di inclusione lavorativa coordinato dai servizi sociali del Comune. La durata massima del progetto è di 18 mesi.  Un’ottima iniziativa, dunque, a favore delle famiglie italiane bisognose d’aiuto.