CONDIVIDI


La dieta senza sale aiuta a dimagrire, ad eliminare liquidi e cellulite e soprattutto a ritrovare la linea.

Per raggiungere qualche piccolo risultato, bisogna seguire questo percorso per almeno due giorni, così da riuscire a toglier via subito i primi 2 chili di scorie e liquidi. Oppure, se si vuole perdere più peso, occorre seguire la dieta del sale per una settimana, in cui potrai perdere fino a mezzo chilo al dì. Bisognerebbe approfittare quando si ha un po’ di tempo libero, magari nel weekend.

Trascorsi i 7 giorni, vi ritroverete con una taglia in meno. L’organismo risulterà più tonico e magro senza aver fatto sacrifici eccessivi. Ovviamente, a questa dieta va associato un esercizio fisico, ruolo fondamentale per dimagrire. Inoltre, occorre bere un paio di bicchieri di acqua minerale iposodica. Terminato l’esercizio fisico, fate una doccia alternando la temperatura, coccolando il corpo con il guanto di crine dal basso verso l’alto.

Passiamo ora alla colazione: tazza di tè verde con 3 fette biscottate integrali, potete ricoprirle anche con crema di nocciole, scegliendone una senza grassi idrogenati, 100 grammi di lamponi; 2 bicchieri di acqua iposodica oppure una tazza di infuso di verga d’oro e, in più, frullato di anguria e polvere di orzo.

Prima di pranzare, non dimenticate di fare un po’ di allenamento e una doccia tonificante. Iniziate con un’insalata a base di rucola, pomodorini, sedano, sognino e ananas, aggiungendo un filo d’olio extravergine d’oliva, un cucchiaino di aceto di mele e erbe aromatiche. Poi, continuate con una porzione di pasta con zucchine e gamberetti integrale.

La merenda è una importante pausa di piacere, quindi da non saltare. Bevete una tazza di infuso di verga d’oro o due bicchieri di acqua minerale iposodica, e assumete un frullato di anguria e polvere di orzo pregermogliato.

A cena preparate un pinzimonio ricco di potassio (sedano, peperoni, ravanelli, zucchine) con un’emulsione di 2 cucchiai di yogurt naturale parzialmente scremato, un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva e un pizzico di curcuma. Per concludere, cuocete al vapore o in forno una porzione di merluzzo accompagnato da cipolle, olive o capperi. mangiate una porzione di merluzzo , cotto al vapore o al forno.

È bene sapere che ci sono anche altri piccoli accorgimenti da seguire. Ad esempio, la sera prima di andare a letto, fate un bel bagno con il sale e terminatelo con un massaggio linfodrenante. Un’ altra piccola attenzione che potete fare: assumere ancora una tazza di infuso di verga d’oro. Ciò permette l’ accumulo di sodio nei reni durante il sonno che espellerete la mattina dopo.

Durante questa dieta del sale, ovviamente non mancheranno le “voglie di salato”. Non allarmatevi. A tutto c’è rimedio.
Basta mescolare un cucchiaio di semi di anice, un cucchiaino di semi di sesamo, un pizzico di alghe in polvere e un cucchiaino di argilla verde; tenete il composto in una scatolina e masticane un pizzico molto lentamente. È un ottimo rimedio per calmare le crisi di voglie salate che senz’altro vi assaliranno.