CONDIVIDI

Il viaggio di Papa Francesco in Sud America continua ad essere ricco di eventi inaspettati. Dopo aver celebrato il matrimonio tra una hostess e uno steward cileni in servizio sull’aereo che lo ha portato da Santiago del Cile a Iquique, ultima tappa del suo viaggio in Cile prima della partenza per il Perù, Papa Francesco ha assistito anche ad un piccolo incidente nel tragitto dalla messa al campus Lobito, in Cile. Il Santo Padre doveva recarsi alla casa santuario di Nuestra Senora de Lourdes a Iquique, dove, nella chiesa, ha incontrato due familiari delle vittime del regime di Pinochet. Durante il tragitto il pontefice è sceso dalla papamobile per assistere una agente della polizia a cavallo disarcionata. La donna è caduta accanto alla papamobile, così Papa Francesco ha fatto fermare il veicolo ed è sceso per verificare le condizioni dell’agente. Immediatamente un’ambulanza è accorsa per portare via la donna ferita ed il papa ha ripreso il suo cammino. Sempre durante la sua visita in Cile, Papa Francesco è stato protagonista di un altro particolare episodio. Accolto da una folla festante, canti e danze, ha attraversato due ali di folla, nella spianata di O’Higgins, che può accogliere fino a 600mila persone, a Santiago in Cile, per la sua prima messa della visita nel Paese. Mentre si trovava nella Papamobile, improvvisamente viene colpito alla testa da un giornale senza però provocargli danni. Il gesto isolato è stato accolto dal pontefice con un sorriso ed ha poi ripreso il percorso e i saluti come se niente fosse. In tanti hanno collegato il gesto ad un lancio voluto e che rientrava nelle proteste che stavano avvenendo fuori dalla spianata da parte dei promotori della cosiddetta “Marcia dei poveri” e dai rappresentanti della diocesi di Osorno che chiedono al Papa l’allontanamento del vescovo locale