CONDIVIDI


Il luogo comune più noto agli italiani sulle popolazioni straniere è sempre quello: il bidet. È troppo strano, per noi appartenenti al bel pese, soggiornare in hotel lussuosi e confortevoli ma privi di quell’elemento in bagno. Sapete perché all’estero non si usa il bidet? Il bidet ha origini francesi. Lo inventarono tra la il diciassettesimo e il diciottesimo secolo. I francesi lo inventarono, lo costruirono e poi… niente, nessuno lo usava. In terra francese, il bidet fu un flop! E lo fu così tanto che, dopo l’installazione, ne vennero dismessi a centinaia solo a Versailles. Il motivo del ‘rifiuto’ è noto a pochi: si narra che i francesi lo utilizzassero soltanto dopo rapporti sessuali per evitare di contrarre malattie. Per questo, l’elemento veniva mal visto. Tuttavia, in Italia hanno continuato ad usarlo. Questo, grazie alla Regina di Napoli Maria Carolina d’Asburgo-Lorena, la quale malgrado le critiche proveniente dalla Francia, ne volle assolutamente uno nel suo bagno personale, alla Reggia di Caserta. La richiesta ne provocò la diffusione anche nel Regno delle Due Sicilie e in parte del resto della Penisola. Ad oggi, l’installazione del bidet nei bagni d’Italia è addirittura obbligatoria.