ViaggiNews

Guida di Budapest: le 10 cose da vedere nella capitale dell’Ungheria

lunedì, 18 settembre 2017

Guida di Budapest (iStock)

Guida di Budapest: cosa vedere nella bellissima capitale dell’Ungheria. La signora dell’Est Europa, città elegante e affascinante, chiamata anche la Regina del Danubio, ha un centro storico pieno di meraviglie. Musei, palazzi storici, ponti, monumenti, terme, parchi, arricchiscono Budapest, nata dall’unione delle città di Buda e Óbuda, situate sulla sponda occidentale del Danubio, con la città di Pest, situata sulla sponda orientale. Tra le tante bellezze da vedere nella capitale dell’Ungheria, ve ne segnaliamo 10 imperdibili.

Guida di Budapest: le 10 cose da vedere

Ecco le 10 cose da vedere assolutamente a Budapest.

Castello di Buda

Castello di Buda (Túrelio, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

L’imponente Castello di Buda si affaccia sul Danubio, formato da diverse ricostruzioni aggiunte nel corso dei secoli, che ne fanno un affascinante complesso di diversi stili architettonici. La prima costruzione del castello risale al 1241, a seguito delle invasioni mongole. Inizialmente in stile gotico, fu ampliato nel corso dei secoli. Fu distrutto e poi ricostruito, con un notevole ampliamento nella seconda metà del Settecento. Il Castello di Buda è Patrimonio dell’Umanità Unesco, ospita la Galleria Nazionale d’Ungheria ed è conosciuto anche come Palazzo Reale.

Palazzo del Parlamento

Budapest, parlamento, inverno (iStock)

Il Palazzo del Parlamento è uno dei più belli e suggestivi di Budapest, specialmente in inverno. Sorge nel quartiere di Pest, sull’ansa del Danubio. Si tratta di un bellissimo esempio di architettura neogotica, sviluppato però in orizzontale e con elementi di altri stili architettonici. La sua facciata è spettacolare. Per la visita al palazzo sono sono disponibili tour guidati in diverse lingue.

Bagni Széchenyi

Bagni Széchenyi, Budapest (iStock)

Un altro luogo classico e imperdibile di Budapest sono i Bagni Széchenyi, le terme cittadine più famose ospitate in elegante edificio in stile neobarocco e neorinascimentale, con grandi vasche termali all’aperto dove si fa il bagno tutto l’anno, anche in inverno con la neve. I Bagni Széchenyi sono stati costruiti nel 1881, successivamente ampliati e terminati nel 1913. Sono il più grande centro termale d’Europa, intitolato al conte István Széchenyi. I Bagni si trovano nel Parco di Városliget, il primo parco pubblico del mondo.

Isola Margherita

Isola Margherita a Budapest (Spilique, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Un’oasi di pace e di verde è la bella Isola Margherita, Margit-sziget, al centro del fiume Danubio. Ospita un parco e strutture sportive, con piscine, parco acquatico, percorsi per jogging e pista ciclabile. Molto frequentata dai locali e dai turisti. Un posto perfetto per una pausa di relax durante la visita di Budapest, tra un museo e un monumento. L’isola si trova tra il ponte Margherita, a sud, e il ponte Árpád, a nord.

Ponte delle Catene

Ponte delle Catene, Budapest (Ungheria)

Il Ponte delle Catene (Széchenyi Lánchíd) è un’altro luogo imperdibile di Budapest. Fu costruito tra il 1839 e il 1849 per iniziativa del conte István Széchenyi. Il ponte, realizzato da due architetti inglesi, è lungo 375 metri e ha una struttura imponente, con due archi. È ornato da statue di leoni. Fu distrutto purtroppo durante la Seconda guerra mondiale ma fu subito ricostruito e inaugurato di nuovo nel 1949, a 100 anni dalla prima inaugurazione. È uno dei simboli della città.

Bastione dei Pescatori

Bastione dei pescatori (iStock)

Il Bastione dei Pescatori (Halászbástya) è una delle attrazioni turistiche più popolari di Budapest grazie alla bellezza del posto e alla vista eccezionale sulla città. È un bastione con torrette e belvedere su Budapest, con scalinate, terrazze e la chiesa di San Mattia. Il bastione sorge sulla collina del Castello di Buda, situato poco più a sud, e offre una vista spettacolare sul Parlamento, il Danubio e l’Isola di Magherita. Fu costruito tra il 1895 e il 1902 su disegno di Frigyes Schulek, in stile neogotico e neoromanico. Ha e sette torri rappresentano le sette tribù magiare che si insediarono nel bacino dei Carpazi e fondarono l’Ungheria.

Castello Vajdahunyad 

Castello di Vajdahunyad (Marc Ryckaert, CC BY 3.0, Wikicommons)

Da non perdere lo spettacolare Castello Vajdahunyad, situato nel Parco di Városliget. Costruito tra il 1896 e il 1908, come altri edifici di Budapest ha uno stile composito, con elementi romanici, gotici, rinascimentali e barocchi. Prende il nome da un castello in Transilvania (Castello dei Corvino) di cui è in parte una copia. Nel 1896 fu costruito in legno e cartone per l’Esposizione Millenaria, poi vista la popolarità fu realizzato in pietra e mattoni. Ospita il Museo dell’agricoltura ungherese.

Basilica di Santo Stefano

Basilica di Santo Stefano (Marc Ryckaert, CC BY 3.0, Wikipedia)

La Basilica di Santo Stefano è la chiesa più grande della città, può ospitare fino a 8.000 persone, e la sua cupola si vede da tutta Budapest. La chiesa è stata costruita tra il 1851 e il 1905, in stile neoclassico. Si trova nella zona di Pest. È intitolata al fondatore dello Stato di Ungheria, re Santo Stefano che nell’anno 1000 unificò per la prima volta l’Ungheria. Salite sulla cupola per ammirare una vista mozzafiato su Budapest, a circa 65 metri di altezza.

Piazza degli Eroi

Piazza degli Eroi con il Monumento del Millennio (Xosema, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Vicino ai Bagni Széchenyi e al Castello Vajdahunyad, ai bordi del parco Városliget, in fondo al viale Andrássy út, si trova la grande Piazza degli Eroi, con il Monumento del Millennio, costruito nel 1896 per celebrare il primo millennio d’Ungheria, con le statue dei capi delle sette tribù che fondarono il Paese e la colonna in cima alla quale si trova la statua dell’arcangelo Gabriele. Alle spalle del monumento si trovano due file di colonne, sotto le cui arcate sono collocate le statue di importanti personaggi della storia ungherese. La piazza ospita la tomba del milite ignoto e ai lati si trovano il Museo di belle arti sulla sinistra e la Galleria d’arte Műcsarnok.

Café Gerbeaud

Café Gerbeaud (Yelkrokoyade, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Budapest è famosa anche per i suoi caffè storici. Uno dei più famosi è il Café Gerbeaud, aperto nel 1858 e trasferito nel 1870 in Vörösmarty tér. Il caffè pasticceria fu fondato da Henrik Kugler, il terzo figlio di una dinastia dolciaria, e prednde il nome dal pasticcere francese Emil Gerbeaud. Una tappa imperdibile per una pausa golosa e per ammirare gli interni del caffè, con il bancone in legno e il ripiano in marmo, gli specchi, i grandi lampadari, gli stucchi rococò e le vetrine con dove sono esposti i dolci.

VIDEO: Budapest

Tags:

Altri Articoli Interessanti: