ViaggiNews

USA: dal 1°settembre i cittadini americani non potranno più volare in questo paese

giovedì, 3 agosto 2017

aereo

Aereo (Getty Images)

USA: stop ai viaggi in Corea del Nord dal 1° settembre

Stop ai viaggi in Corea del Nord, è quanto è stato deciso dal Governo Trump, che da settembre ha proibito ai cittadini statunitensi di recarsi in questo paese. Ma non solo. Chi si trova già lì dovrebbe andarsene dal primo settembre. A rendere nota questa decisione è il Dipartimento di Stato Americano dichiarando che chiunque debba recarsi in Corea del Nord o nel “regno eremita” come viene definito, dovrà chiedere un permesso speciale del passaporto. Non sarà facile ottenerlo però, il Dipartimento sottolinea infatti come questa deroga sarà data solo in circostanze molto limitate.

La decisione degli USA di bloccare i viaggi verso la Nord Corea

Come mai questa decisione? Perchè si è detto basta ai viaggi in Corea del Nord. Come si legge nella nota del Dipartimento di Stato Americano c’è un serio e crescente rischio di arresto dei cittadini americani che si potrebbero poi trovare in situazioni di lunga detenzione. Negli ultimi mesi, del resto, la Corea del Nord ha intensificato attacchi e provocazioni alle comunità internazionali proseguendo con test nucleari e missilistici molto pericolosi.

Corea del Nord: il caso della morte di Otto Warmbier

Nello specifico questa decisione di bloccare i viaggi in Corea del Nord è avvenuta dopo la morte di uno studente americano, Otto Warmbier che era stato arrestato nel marzo del 2016 e costretto a 15 anni di carcere in un campo di lavoro. Una pena severissima, ma per un reato che nemmeno si può definire tale: Otto aveva rubato un poster di propaganda da un albergo. Otto, dopo diverse contrattazioni era stata rilasciato in tremende condizioni di salute, praticamente in coma, ed era tornato in patria, dove purtroppo è morto dopo qualche giorno.

Dal canto suo la Corea del Nord e le autorità di Pyongyang si difendono sostenendo che il giovane era entrato in coma dopo aver preso un sonnifero. I medici americani però dopo aver eseguito autopsie e diversi esami hanno smentito con assoluta certezza questa versione che vedeva anche Otto affetto da botulismo. Un evento increscioso che dunque ha raffreddato ancora di più i rapporti tra i due paesi arrivando quindi alla decisione di vietare dal primo settembre 2017 ogni viaggio verso la Corea del Nord.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: