ViaggiNews

Trasforma un furgone in una casa e ora gira il mondo con il suo cane

giovedì, 20 luglio 2017


Ha trasformato un vecchio furgone in una casa mobile e ora gira il mondo con il suo cane. E’ la storia di Marina Piro, una giovane inglese di origini italiane che, animata da una grande amore per i suoi viaggi e…per il suo cane, ha deciso di rimettere a nuovo un vecchissimo furgone ed iniziare il suo personale giro del mondo con il suo amico a quattro zampe.

Un furgone trasformato in una casa

Un’avventura che ha destato non poca curiosità a giudicare dal seguito che ha il suo blog Pamthevan dove documenta spostamenti ed avventure in giro per i quattro angoli del globo. La giovane, armata di un’inesauribile pazienza, si è riscoperta una piccola “genietta” della meccanica e del “fai da te”: pezzo per pezzo, ha ripristinato da sola un vecchio Renault Kangoo cinque porte del 2001.

Ci sono voluti due mesi ma il risultato alla fine è stato davvero stupefacente: dalle rovine del vecchio van è emersa fuori una piccola casetta mobile dotata di tutti i comfort. Nonostante lo spazio limitato, la giovane è riuscita a rendere il mezzo accogliente e completo. Non manca proprio nulla: letto, tende, angolo cottura, luci a LED e perfino alcune piante d’appartamento.

Un furgone trasformato in una casa per amore del suo cane

Perché lo ha fatto? Vi abbiamo anticipato all’inizio di questo articolo quali erano i due grandi amori di Marina: viaggiare appunto e il suo cane. E’ proprio per il suo cucciolo che la ragazza si è data tanto da fare, consapevole delle difficoltà degli animali nell’essere imbarcato su di un aereo o su di una nave, la giovane ha deciso di ritagliarsi una modalità di viaggio a misura sua e di Odie, questo il nome del fedele amico.

La ragione principale per cui ho scelto di andare in viaggio con un furgone è che ho voluto avere Odie con me. Un furgone sembrava l’opzione più praticabile. Troppi autobus, treni e compagnie aeree non accettano i cani, per non parlare delle difficoltà che si incontrano nel trovare un alloggio adeguato“.

Sul suo blog, Marina si diverte a postare fotografie che documentano le sue avventure insieme al suo inseparabile Odie, un bellissimo Labradoodle ( razza nata dall’incrocio tra Labrador Retriever ed un Barbone standard). I due vivono una vera simbiosi: ad accumunarli la passione per il viaggio, la volontà di conoscere posti nuovi e sentirsi liberi. Se le domandate se ne è valsa la pena la risposta sarà una sola: il suo cane è “il migliore compagno di viaggio che avrebbe mai potuto chiedere“.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: