ViaggiNews

Pilota italiano evita scontro in volo tra due aerei di linea

giovedì, 20 luglio 2017

Getty Images

Chissà se la vicenda di Roberto Vallicelli, pilota di linea italiano, verrà portata sul grande schermo al pari di altri eroi dei cieli che hanno evitato stragi. Si perché Vallicelli, mentre era alla guida di un mezzo Air Seychelles, ha scongiurato venerdì scorso una collisione in volo tra un Airbus A380 della Emirates con 615 persone a Bordo ed un A330 con 277 passeggeri.

Roberto Vallicelli: il pilota italiano che ha evitato lo scontro 

Se non fosse stato per la prontezza di riflessi del pilota tricolore ora staremmo a parlare di una delle più grandi tragedie aeree degli ultimi anni: tutto ha avuto inizio quando il volo Emirates, partito da Dubai, è stato autorizzato a scendere ad una quota di 38.000 piedi (11.500 metri) dai controllori della torre di controllo mentre si stava avvicinando all’Oceano Indiano.

In contemporanea, il velivolo dell’ Air Seychelles, con ai comandi Vallicelli era decollato dalle Mauritius e stava viaggiando in direzione opposta. Pochi istanti dopo si sarebbe potuta materializzare la tragedia: i piloti dell’A380 hanno impostato per errore una quota inferiore a quella autorizzata, la medesima del volo Air Seychelles. Solo la prontezza di riflessi di Vallicelli ha evitato il peggio: il pilota, realizzato il concreto pericolo di una collisione, è riuscito ad effettuare una decisa virata a destra ed evitare lo scontro in volo. I tabloid inglesi riportano che i due jet sono passati alla medesima quota ad una distanza di appena 14 km, un’inezia quando si viaggia intorno ai 900 km/h.

Il pilota italiano che ha evitato lo scontro diventerà un film?

Chissà se Hollywood, dopo aver celebrato l’impresa del comandante Chesley “Sully” Sullenberger, autore dello storico ammaraggio del volo US Airways 1549 avvenuto il 15 gennaio 2009 nel fiume Hudson (film del 2016 co-prodotto e diretto da Clint Eastwood, con protagonista Tom Hanks) racconterà anche l’eroica impresa di Roberto Vallicelli. A prescindere dai riconoscimenti che gli verranno attribuiti, possiamo affermare con assoluta certezza che quasi 1000 persone gli saranno eternamente grate e con loro, le famiglie che li stavano attendendo a casa. Intanto, oltre Manica, l’impresa dell’italiano viene celebrata a tutta pagina su giornali e riviste: un motivo di orgoglio per tutti gli italiani.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: