ViaggiNews

7 Città che ti pagano se decidi di andarci a vivere

mercoledì, 19 luglio 2017

Guida del Canada

Banff National Park, Alberta, Canada (iStock)


Stanchi del solito tram tram?
La vostra vita non vi soddisfa e sognate di cambiare con un colpo di spugna scenari e ruoli? Se la risposta è un sonoro “Si” allora prendete carta e penna e segnatevi l’elenco che segue: stiamo per svelarvi sette città nel mondo sono disposte a pagarvi purché vi trasferiate nello loro giurisdizione.

Città che ti pagano se decidi di andarci a vivere: ecco perchè

Sia chiaro: non stiamo parlando di località sperdute o agli antipodi della civiltà. Nella maggior parte dei casi si tratta di vere metropoli. Vi starete chiedendo: “Dove sta il trucco?”. Da nessuna parte: esistono infatti città che nonostante un economia solida e florida, hanno dei problemi demografici: il rapporto tra giovani e anziani è totalmente squilibrato e non cresce. Ecco che allora per poter incentivare ed incoraggiare i giovani a sceglierle come luogo di residenza, 7 città hanno deciso di intraprendere una nuova strategia sociale con la speranza di dare una nuova linfa vitale alla loro economia.

Ecco le fantastiche 7: per ognuna spiegheremo qual è l’incentivo che offrono a chi vuole diventare un loro cittadino:

Detroit (Stati Uniti)
Ex capitale USA della siderurgia oggi vive un periodo di inflazione: il piano di ripresa economica della città, per contrastare il tasso di disoccupazione prevede di offrire incentivi interessanti ai professionisti che scelgono di trasferirvisi e di aprire un’attività. Tradotto significa: pochissime tasse e agevolazioni varie.

Camden (Canada)
La città regala 2,8 ettari di terreno coltivabile agli imprenditori che possono offrire posti di lavoro a 24 abitanti della città. Se avete il pollice verde e spirito imprenditoriale la terra la mettono loro!

Alaska (Stati Uniti)
Il governo concede un sostegno economico per convincere i cittadini a continuare a risiedervi oppure per incentivarli a trasferirsi. Il pagamento viene effettuato ogni anno a partire dal primo anno di residenza. Unica postilla: non bisogna avere precedenti penali e vivere nella zona un minimo di 190 giorni all’anno.

Miyakejima (Giappone)
Un paradiso apparente: il suo alto contenuto di gas solforico costringe i suoi abitanti a vivere permanentemente con una mascherina protettiva. Per controbilanciare la condizione difficile, l’isola offre degli incentivi economici (molto) vantaggiosi.

Saskatchewan (Canada)
Se sei un neolaureato e ti trasferisci a Saskatchewan per 7 anni, ti offrono 20.000 dollari canadesi. Mica male per iniziare.

Cascate del Niagara (Stati Uniti)
Anche qui le offerte più vantaggiose sono per gli studenti ed i neo laureati. Per rilanciare economia la città offre loro lauti prestiti (7.000 dollari) e vantaggiosi sgravi fiscali.

Ponga (Asturie)
Ponga è un villaggio che conta solo 852 abitanti. Il comune ha così deciso di dare un aiuto di 6.000 euro alle coppie con figli che scelgono di trasferirvisi. Non è tutto: per il secondo figlio è previsto un incentivo di 3.000 euro. Insomma, andate e moltiplicatevi!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: