ViaggiNews

Isole della Grecia: alla scoperta di Kythnos

mercoledì, 12 luglio 2017

isole della grecia

Chiesa di Panagia Flampouriani, Kythnos, Cicladi (iStock)

Nelle nostre guide sulla Grecia vi abbiamo portato alla scoperta di luoghi unici e stupendi. La Grecia è un Paese ricchissimo, dalle aree naturali ai siti archeologici, dalle spiagge ai villaggi pittoreschi. Un territorio antico e affascinante, tutto da scoprire. Dal continente alle innumerevoli isole e isolette. Vi abbiamo portato alla scoperta delle Isole Cicladi, vi abbiamo fatto conoscere le isole meno turistiche e originali. Nella nostra rassegna sulle singole isole, vi portiamo sulla bella isola di Kyhtnos, sempre nelle Cicladi.

Isole della Grecia: la guida di Kythnos

Kythnos o Kithnos, in italiano Citno, chiamata anche Termia, appartiene alle Cicladi occidentali. Si trova non lontano dalla penisola dell’Attica ed è compresa tra l’isola di Kea, a nord, e quella di Serifos, a sud. Più a ovest c’è Syros. Amministrativamente fa parte della periferia dell’Egeo Meridionale. Il capoluogo è l’omonima città di Kythnos o Chora. L’altro centro abitato principale è Dryopida o Dryopis, chiamato anche Chorio. Entrambi sono nell’entroterra dell’isola. Il primo più a nord, il secondo al centro. Il porto principale di Kythnos è Merichas, qui arrivano le navi dal Pireo e dagli altri porti delle Cicladi.

Altri centri abitati sulla costa sono: Flampouria, Loutra o Loutron, Agios Dimitrios, Aosa, Lefkes, Liotrivi, Kalo Livadi e Kanala.

Stradine a Kythnos, Cicladi (iStock)

L’isola di Kythnos misura poco più di 100 km² e quasi 100 km di coste, grazie alla sua forma allungata. Ha una superficie interamente montuosa, ma non particolarmente elevata, il punto più elevato, infatti, è a 297 m sul mare. Quindi si tratta prevalentemente di colline. La costa di Kythnos è molto frastagliata, tanto da sembrare ricamata, con un’infinità di insenature e piccole baie, dove si affacciano oltre 70 spiagge. Un luogo perfetto per andare al mare. Anche perché l’isola è fuori dalle mete turistiche più frequentate, dunque più tranquilla e selvaggia.

I centri abitati di Kythnos sono molto caratteristici, con le loro casette bianche arrampicate sulle colline, attraversate da stradine strette. I villaggi e il territorio sono disseminati di chiesette ortodosse, che spesso si stagliano su alture che guardano il mare. A Chora ci sono le tipiche case delle Cicladi con il tetto piatto a terrazza, mentre a Dryopida le casette bianche hanno il tetto con le tegole. Il paesaggio urbano e naturale è stupendo. Tra i più belli e pittoreschi delle Cicladi.

Il capoluogo di Kythnos ospita diverse chiese ortodosse, la principale è quella di Agios Panteleimon. La chiesa forse più bella dell’isola si affaccia su un piccolo promontorio della costa orientale e regala una vista magnifica sul mare. È la Chiesa di Panagia Flampouriani, sulla baia di Flampouri. A Dryopida si trova il Museo del Folklore di Kythnos Sulla costa nord-est dell’isola, il villaggio di Loutra offre anche delle fonti termali, dove ci si può immergere in vasche nell’acqua di mare. Sulla baia di Loutra si affaccia la graziosa chiesetta di Agios Nikolaos.

La parte nord occidentale dell’isola è completamente impervia e inaccessibile, praticamente prima di strade. le spiagge principali e più frequentate di Kythnos si trovano sulla costa occidentale poco sopra il porto di Merichas. Si affacciano in piccole baie comprese in una baia più grande, dove si trovano le località di Episkopi e Apokrisi. Quest’ultima collegata con una strada al capoluogo Chora, di cui rappresenta il litorale. Sulla parte nord della baia si trova un isolotto roccioso dove svetta la chiesetta di Agios Loukas. L’isolotto è collegato alla terraferma da un’istmo sabbioso. Questa è la suggestiva spiaggia di Kolona. Un’altra spiaggia della costa ovest è quella che si affaccia sulla baia di Flampouri, sotto la chiesa di Panagia Flampouriani. Più sud sulla costa occidentale, invece, praticamente sulla punta meridionale dell’isola, troviamo la spiaggia di Agios Dimitrios, con l’omonima chiesetta.

Spiaggia di Kolona, Kythnos (iStock)

Un tratto costiero di rilievo è quello sud-orientale di Kanala. Qui, in una zona di poche case sparse e appartamenti in affitto si trovano bellissime spiagge solitarie:  quella di Kanala, di sabbia e sassi, con le case del villaggio che sorgono sul vicino promontorio roccioso, l’adiacente piccola baia di Antónides; poco più a sud, in località Skilos, si trova la spiaggia con la chiesetta di Agios Nikolaos, con la spiaggia per cani; quindi ancora più asud la splendida baia di sabbia e sassi di Gaidouromantra, selvaggia e bagnata dal mare azzurro. Sulla costa orientale sopra Kanala, segnaliamo invece le spiagge di Kalo Livadi, Lefkes e Aosa.

Isole della Grecia: come arrivare a Kythnos

Si arriva a Kythnos in nave, traghetto o aliscafo veloce, con un viaggio di quattro o un’ora a seconda dell’imbarcazione. Le navi partono dal porto del Pireo o da quello di Lavrio, sulla costa orientale dell’Attica.

VIDEO: Isole della Grecia, Kythnos

Tags:

Altri Articoli Interessanti: