ViaggiNews

Cala della Sanguinara, una delle spiagge più belle d’Italia

mercoledì, 5 luglio 2017

Cala Sanguinara fonte pugliavacanze
Perché fare interminabili ore di aereo quando le spiagge più belle del mondo sono a casa nostra?”. E’ questa la domanda che vi farete dopo aver trascorso del tempo lungo la costa del Gargano: 140 chilometri di riviera dove i vostri occhi potranno ammirare delle bellezze da togliere il fiato.

Cala della Sanguinara: il gioiello del Gargano

Il Parco nazionale del Gargano è un’area naturale protetta; si trova in Puglia e precisamente nell’estrema parte nord-orientale, spesso definita “Sperone d’Italia”. Il sito si trova interamente in Provincia di Foggia: si estende per 118.144 ettari (è una delle aree protette italiane più estese); fanno parte del parco le quattro isole Tremiti (si tratta di una riserva marina).

La nostra attenzione però oggi si è posata su di una spiaggia ben precisa: la Cala della Sanguinara; chiunque l’abbia visitata tende a menzionarla (non a caso!) tra le spiagge più belle in assoluto d’Italia. Situata a circa 12 chilometri a Sud di Vieste, questo gioiello di acqua turchese e sabbia bianca si trova incastonato a ridosso della costa frastagliata, in una appartata insenatura.

Si tratta di una strettissima caletta selvaggia, circondata dalle rocce e dalla macchia mediterranea dove si apre una spiaggetta riparata dai venti (il sole qui arriva più tardi e va via un po’ prima a causa dello strapiombo di cui sopra):  la baia è protetta da falesia carsica di color bianco latte.

Cala della Sanguinara: come arrivarci

Cala della Sanguinara è accessibile attraverso un sentiero sterrato che attraversa la fitta pineta di pini d’Aleppo (la più grande in Italia), scendendo dalla vicina strada provinciale 54 che corre lungo la costa del Gargano. Oppure, se siete dei prodi marinai, è accessibile via mare. Imperdibili la vicina Grotta dei Pomodori, che ha questo nome per colore rosso dei molluschi che si trovano lungo le pareti, la Grotta dei Colombi, chiamata così perché un tempo abitata dai colombi e la Grotta dei due Occhi.

Se il vostro concetto di relax si traduce in un luogo poco affollato, quasi deserto, potrete rigenerarvi in questo angolo di paradiso che si raggiunge attraversando il sentiero di cui sopra. La spiaggia è accessibile con una camminata di circa 15 minuti che inizia dal parcheggio sulla SP54: giusto specificare che non si tratta di un percorso comodo ( ecco perché non è molto affollata , a dir poco ripido (obbligatorio portare delle scarpe adeguate): i vostri sforzi però saranno abbondantemente ripagati.

 

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: