ViaggiNews

Dove vivere all’estero con pochi soldi

giovedì, 22 giugno 2017

canarie tenerife spiaggia teresitas

Spiaggia De Las Teresitas, Tenerife (iStock)

Purtroppo da diversi anni sono sempre di più coloro che decidono di auto esiliarsi lontano dalla Madre Patria Italia. Un trend che non fa distinzioni di età: si va dai 30enni che emigrano per cercare un’opportunità lavorativa che gli viene negata nel nostro paese, ai pensionati che vogliono godersi il frutto di anni di lavoro vivendo più dignitosamente di quanto non potrebbero fare in Italia.Chi sceglie di espatriare lo fa spesso per innalzare la qualità della propria vita poiché in Italia, a causa dello scarso potere economico delle proprie entrate, è diventato un obiettivo sempre più duro da raggiungere.

Dove vivere all’estero: le mete più scelte

Tra le mete più gettonate spopolano le nazioni del Sud America, con ben sei Paesi nella classifica dei dieci che accolgono più espatriati: Ecuador, Colombia e Uruguay, mentre in Centro America entrano in classifica Panama (al primo posto), Costa Rica e Messico. Altri scelgono invece il Sud-Est asiatico, dove Malesia e Thailandia sono le mete più inflazionate: in entrambi i Paesi la conoscenza dell’inglese è ragionevolmente diffusa e in Malesia è presente anche un buon sistema sanitario.

In Europa al primo posto c’è la Spagna, dove convergono pensionati in cerca di un costo della vita inferiore al resto del Vecchio continente, ma anche di una destinazione ben collegata alle proprie città di provenienza. L’unico problema è rappresentato dal fatto che l’abbondante affluenza di nuovi residenti sta facendo lievitare anche in questi paradisi il costo della vita. Ergo, tra qualche anno, questa geografia degli esuli potrebbe cambiare nuovamente.

Quali saranno però le località più economiche dei prossimi anni dove pianificare il proprio piacevole esilio?

Vivere all’estero con pochi soldi: le mete più economiche

Le località ideali per chi vuole abbandonare l’Italia per intraprendere un’avventura all’estero sono in realtà tante.
Gli italiani possono scegliere tra un gran numero di mete, ma chiaramente la scelta ricadrà su paesi dove il costo della vita e le agevolazioni fiscali permettono di condurre un tenore più agiato rispetto a quello condotto in Italia.
Basterà avere una pensione, un capitale o una rendita minima per potersi garantire una “vacanza senza fine”.

Tunisia- La Tunisia dista solamente 1 ora e 30 minuti di volo dall’Italia. Per potersi trasferire occorre essere in possesso del permesso di residenza necessario, che si può ottenere presentando il proprio passaporto. Non è tutto: occorre avere un contratto di locazione valido e l’attestato di apertura di un conto corrente in una banca locale. Inizialmente verrà rilasciato un permesso di soggiorno temporaneo. Dopo circa 2 mesi sarà rilasciato quello definitivo della validità di 2 anni ma rinnovabile. I prezzi del paese sono decisamente bassi. Un pranzo per due persone costa in media 13 euro ed un litro di benzina 70 centesimi. Discorso analogo per gli affitti: un appartamento in centro città costa appena 260 euro al mese.

Bulgaria ad una distanza modesta dall’Italia c’è anche la Bulgaria (la sua capitale, Sofia, dista solo 2 ore di volo dal nostro paese). Essendo stata membro dell’Unione europea, per ottenere la residenza è sufficiente la carta di identità e un regolare contratto d’affitto. I prezzi sono a dir poco vantaggiosi. Un pranzo medio per due costa 20 euro e l’affitto di appartamento in centro costa circa 220 euro al mese. Le persone, a detta dei residenti, sono estremamente gentili.

Le Canarie Le Canarie, in Spagna, rappresentano una delle scelte più gradite per chi vuole scappare dall’Italia. Si trovano a circa 4 ore di volo dall’Italia: per vivere in questo arcipelago è necessario possedere il Nie (Numero identificativo per gli stranieri), con il quale si ottiene il diritto all’assistenza sanitaria gratuita. Inoltre è necessario dimostrare di avere sottoscritto un regolare contratto d’affitto. Il costo delle case è relativamente basso: un appartamento in centro costa circa 450 euro.

Se poi per voi la meta è ininfluente ma ne fa te più una questione di budget abbiamo stilato alcune liste di città e luoghi in base al costo mensile: ecco 8 paesi dove vivere con 300 euro, dove andare con 350 e con 500 euro.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: