ViaggiNews

Come sembrare belli e freschi dopo un volo di 12 ore

mercoledì, 21 giugno 2017

(XiXinXing iStock)

Chiunque è solito prendere l’aereo per lavoro o per diletto con una certa frequenza lo sa di certo: ogni volta che si atterra dopo un volo intercontinentale, guardarsi allo specchio è sempre un po’ traumatizzante! Occhiaie, visi sbattuti, capelli arruffati ed un’aria a dir poco stravolta sono tratti contraddistintivi di coloro che hanno appena affrontato lunghe tratte aeree.

Belli e freschi dopo un volo intercontinentale? Chiedete alle esperte

 

Mentre noi comuni mortali cerchiamo di limitare i danni e riappropriarci (a fatica) di un aspetto almeno decente, le hostess che ci salutano all’uscita e che hanno volato con noi sono fresche e bellissime come se fossero appena salite a bordo. Eppure, oltre ad aver viaggiato sullo stesso volo, hanno per di più lavorato: sono state in piedi, hanno assistito con pazienza i passeggeri e spesso, per fare tutto ciò, passano la notte in bianco e nonostante questo, all’arrivo sono fresche, arzille e sorridenti. “Qual è il loro segreto?”. Siate sinceri: almeno una volta anche voi ve lo siete domandato.

Belli e freschi dopo 12 ore di aereo: ecco i segreti

A cercare di svelare l’arcano ci ha provato un tabloid inglese che è riuscito ad intervistarle ed estrapolare loro alcuni segreti di bellezza. Ad esempio? Secondo Chloe Harrison, capo hostess della British Airways, se si parla di capelli uno stratagemma efficace è quello di usare lo shampoo secco “perché non appiattisce i capelli”. Facile da reperire, viene venduto in piccole bombolette spray da tenere nella borsetta.

Non è tutto: se si tratta di pelle e viso quale miglior metodo se non l’idratazione? Secondo Jennifer Forest il trucco per apparire fresche e riposate all’arrivo sta in un’ottimale idratazione: “Bevo solo acqua tiepida o tisane di erbe senza caffeina ogni ora. Sono ottime per la pelle”. Utile secondo l’esperta viaggiatrice anche l’utilizzo di oli per il viso che detergono la pelle.

Dello stesso avviso Gilly Comfort, hostess senior che sostiene di dovere molto al suo latte detergente, fondamentale per combattere la pelle secca e spenta. Anche un po’ di trucco può fare la sua figura: “Uso un po’ di blush per dare colore alle guance che, con le luci della cabina, sembrerebbero pallide. Inoltre, uso una base di fondotinta Estée Lauder’s Double Wear che resiste fino a 15 ore”.

Al riguardo però esistono teorie discordanti: Aoife Duggan, capo hostess, pensa sia molto più utile truccarsi a bordo in quanto l’aria in cabina è molto secca e ben presto i prodotti si potrebbero deteriorare costringendo a continui, dannosi, ritocchi. Non mancano i segreti di bellezza particolari: “Porto sempre con me una bomboletta di acqua termale spray da spruzzare ogni tanto per idratare la pelle”. Infine il segreto comune a tutte e raccomandato ad ogni viaggiatore rimane sempre lo stesso: bere moltissima acqua e magari assicurarsi di avere un posto vicino ai servizi igienici.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: