ViaggiNews

Una delle spiagge più belle del mondo dove fare il bagno con i fenicotteri -VIDEO

lunedì, 12 giugno 2017

Flamingo beach ed i fenicotteri fonte youtube

Se la vostra vacanza ideale coincide con l’immagine di spiagge bianche orlate da sabbia finissima e fenicotteri rosa sullo sfondo, allora la vostra meta del cuore risponde ad Aruba, paradiso incastonato nel Mare Caraibico, a nord del Venezuela, nell’America centrale. Si tratta per certi versi di un’isola caraibica atipica: al contrario di molte altre isole dei Caraibi, Aruba  ha scarsi rilievi, poca vegetazione ed un clima secco; inutile sottolineare come tali caratteristiche hanno favorito lo sviluppo del turismo: Aruba ha quanto di meglio può offrire un paradiso tropicale senza nessun contro.

Benvenuti a Flamingo Beach: il regno dei fenicotteri

Il simbolo di questa terra è senza dubbio il fenicottero rosa: la spiaggia più bella e forse più caratteristica è Flamingo Beach, lembo di terra privato di Renaissance Island. Si tratta di un atollo artificiale dei Caraibi realizzato da un resort di Aruba, che ogni giorno apre le sue porte ai turisti dalle 7.00 alle 19.00; neanche a dirlo, in questo luogo paradisiaco vivono indisturbati centinaia di fenicotteri rosa oramai abituati alla presenza umana e non poco espansivi.

Il fenicottero rosa o fenicottero maggiore non è un animale propriamente autoctono della zona: si tratta di un grande uccello diffuso in Asia, Africa e in Europa meridionale. Ad aumentare il fascino di questo volatile c’è  il fatto che venga considerato l’incarnazione della mitica “Fenice” (il nome scientifico del fenicottero ha un’etimologia latina: phoenix = fenice inteso come “purpureo”, dal colore della fenice e pteron = ala; che letteralmente viene tradotto come “ali purpuree”).

Flamingo Beach: fenicotteri ma anche qualche regola

 

Nonostante questo clima da Eden dove uomini ed animali convivono in pace esistono delle regole per preservare la serenità di questo affascinate uccello: Flamingo Beach infatti è una spiaggia per soli adulti: proprio per tutelare al massimo i fenicotteri, non sono ammessi bambini ed anche l’accesso per i ‘grandi’ è a numero chiuso.

Ogni giorno sono ammessi solo pochi turisti che avranno così il privilegio di tuffarsi in uno dei luoghi più unici ed esclusivi del pianeta. La domanda più frequente? “Possiamo farci un selfie con i fenicotteri?”. La risposta è decisamente “Si”: i pennuti sono non poco vanitosi e sembrano a loro agio davanti gli obiettivi di smartphone e macchine fotografiche. Se non ci credete guardate il video che segue.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: