ViaggiNews

Sette consigli per evitare le truffe nei viaggi online

martedì, 16 maggio 2017

Sette consigli per evitare le truffe nei viaggi online
Il portafogli langue
, la vacanza tanto agognata sembra sempre più un miraggio: l’unica salvezza è programmare un viaggio ‘fai da te’ sul web ma il rischio truffa è dietro l’angolo.

Spesso muoversi nei meandri del web e trovare l’offerta giusta può rivelarsi molto più ostico di quello che si crede: organizzare un viaggio comodamente da casa propria senza l’intermediazione di agenzie di viaggio o tour operator oggi giorno può nascondere cocenti sorprese. Se da una parte il proliferare di siti e portali di settore ha largamente agevolato questo tipo di operazioni, dall’altro ha tolto il tappo ad un ‘vaso di Pandora’ svelando un sottobosco fatto di truffe, inganni e false promesse.

Diciamolo: se da una parte oggi è facile come non mai prenotare una vacanza online, è altrettanto vero che cadere vittima di un raggiro è al quanto probabile. Basta scorrere i titoli di un qualsiasi giornale di cronaca per leggere di case messe in affitto all’insaputa dei proprietari, alloggi fantasma, sistemazioni descritte come ville di lusso poi rivelatesi dei tuguri.

Che fare allora? Rinunciare al ‘fai da te’? No necessariamente: per evitarla basta armarsi di buonsenso e seguire dei piccoli consigli necessari per saper distinguere le vere offerte dalle truffe.

Sette consigli per evitare le truffe

Ecco a voi un piccola prontuario:

1) In primis diffidate dalle strutture ricettive a prezzi troppo stracciati correlate per di più immagini bellissime. Il rapporto qualità prezzo deve sempre essere tenuto in considerazione.

2) Non fidatevi soltanto delle foto che vedete pubblicate sul sito: chiedete sempre qualche altra fotografia, sia degli interni che degli esterni e del panorama circostante dell’alloggio, dell’hotel o della struttura in generale.

3) Accertatevi che queste strutture siano inserite nei principali circuiti di prenotazione online: difficilmente su portali come Booking e Tripadvisor troverete strutture inesistenti; questa rappresenta una verifica molo affidabile sulla veridicità del pacchetto in questione.

4) Controllate sempre tutti gli estremi prima di fare un pagamento online. Se vi viene richiesto un pagamento con bonifico, verifica che l’IBAN sia dello stesso paese del titolare o dell’agenzia; dove è possibile preferisci sempre il pagamento tramite carta di credito o bonifico, metodi che garantiscono una migliore tracciabilità. Diffidate della carte prepagate.

5) Conservate tutta la corrispondenza via email e/o i messaggi relativi alla contrattazione. Vi torneranno molto utili per dimostrare le vostre ragioni in caso di contesa legale.

6) Pretendete sempre un contratto firmato per avere tutti i dati del titolare della struttura o dell’agenzia. Un’ulteriore garanzia in caso di intervento degli avvocati.
7) Non rivelare dati personali che non siano strettamente necessari per concludere la transazione: a volte l’obiettivo dei truffatori è ottenere proprio questi dati sensibili per usarli a vostra insaputa.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: