ViaggiNews

Quattro angoli di paradiso presenti a Formentera

giovedì, 27 aprile 2017

Ses Illetes, Formentera (Travelbusy.com, CC BY 2.0, Wikicommons)

Un vero e proprio gioiello incastonato nel mare Mediterraneo: stiamo parlando di Formentera, la più piccola isola delle Baleari (qui la guida completa all’arcipelago), dichiarata dal 1999 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e ambitissima meta dei vip nostrani. A renderla così speciale sono le spiagge e la sua sabbia bianchissima che non ha nulla da invidiare ai paradisi tropicali di Asia e centro America: ben 20 chilometri di spiagge paradisiache che si tuffano in un mare cristallino raggiungibile dalla ben più movimentata Ibiza.

Questo luogo meraviglioso cela alcune spiagge che sembrano uscite da un opuscolo di qualche pubblicità: ve ne sveliamo 4 che non tutti conoscono e che non potete esentarvi dal visitare se capitate in questa gemma bagnata dal Mare Nostrum. Quattro ottimi motivi per le vostre vacanze a Formentera. E se siete indecisi su quale isola delle Baleari passare le vostre vacanze questa nostra mini guida alla scelta vi aiuterà!

Le spiagge più belle di Formentera

Platja de ses Illetes: si tratta di una delle spiagge più belle e famose; una lunga striscia sottile di sabbia bianca e mare turchese (Fa parte del parco naturale delle Saline); se si vuole incontrare qualche vip o qualche calciatore in vacanza questo è il posto giusto!

Platja de Llevant: si trova sulla punta nord, è circondata da dune ed è anch’essa caratterizzata da spiaggia bianca e mare cristallino. Rispetto a Platja de ses Illetes è più esposta ai venti e per questo il mare è spesso più increspato e mosso. Il tratto è noto anche perché amata dai naturisti e da coloro che optano per una tintarella integrale.

Es Arenals: frequentata dai turisti, incantati dalla bellezza di questo lido perchè offre anche la possibilità di visitare Far de la Mola, il faro abbarbicato sulla scogliera verso la punta est. Risalendo dalla parte orientale (si tratta di pochi chilometri) la costa diventa più rocciosa rispetto a quella della parte ovest: qui le spiagge sono meno attrezzate, più selvagge e soprattutto meno frequentate. Il fondale misto di sabbia e roccia permette anche lo snorkeling.

Es Pujols: anche qua il mar cristallino e la sabbia bianca giocano un ruolo di primo piano: rispetto alle calette già menzionate è molto ben fornita e circondata da negozi, ristoranti e chiringuitos. Se volete un po’ di movida dopo aver passato qualche ora in tratti meno frequentati, allora siete nella zona ideale.

Di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: