ViaggiNews

Cinque errori da non commettere con i giapponesi

giovedì, 30 marzo 2017

Luci di Natale a Tokyo (TOSHIFUMI KITAMURA/AFP/Getty Images)

Paese che vai, usanze che trovi”; adagio vecchio come il mondo che ci invitava ad avere rispetto per la diversità e per le culture diverse dalla nostra. Ad esempio se avete in programma a breve un viaggio in Giappone o semplicemente, magari per lavoro, vi troverete ad aver a che fare con gli abitanti del paese del Sol Levante, allora sappiate che esiste un codice di comportamento che può fare la differenza per il proseguo dei vostri rapporti con questa civiltà.

1) Saluti: rispetto agli italiani o alle civiltà di origine latina dove si cerca il contatto fisico e generalmente ci si presenta con un’energica stretta di mano, sappiate che i Giapponesi preferiscono un semplice inchino. Se qualcuno vi fa un inchino, per rispondere al saluto, basterà piegare un po’ la testa in risposta. Facile no? Se proprio volete tendere la mano, aspettate che sia l’altro a fare la prima mossa.

2) Mance: il cibo ed il ristorante ha una lunga serie di rigide regole di comportamento; per ora ci limitiamo a parlarvi del delicato problema del fine pasto: la lascio la mancia? Ecco, sappiate che in Giappone non si usa. Se lasciate delle monetine sul tavolo rischiate che il cameriere vi corra dietro per restituirvele. Se avete soggiornato in un lussuoso Rykan e volete regalare un extra ai dipendenti, mettete le banconote in una busta da lettere (dare del denaro in mano è ritenuto volgare!).

3)Il biglietto da visita: quasi tutti in Giappone hanno un biglietto da visita: è il modo più comune e formale in cui ci si conosce e ci si scambia le proprie generalità. Visto l’importanza che viene data a questo pezzettino di carta si deve usare tassativamente entrambe le mani per darlo o riceverlo.

4) Non soffiatevi il naso in pubblico: per i giapponesi è estremamente riprovevole. Loro tirano su col naso e quando hanno il raffreddore indossano quelle mascherine bianche per non trasmettere il virus agli altri (non centra nulla lo smog). Discorso analogo per gli starnuti: se ve ne esce uno, non lo fate!

5) Vietato mangiare e bere per la strada ed in treno: Il cibo da strada esiste ma…va consumato a casa propria. I trasgressori? Vengono guardati con tutto il disprezzo di cui solo i Giapponesi in questi casi sanno essere capaci.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: