ViaggiNews

“Le hanno fatte scendere dall’aereo della United Airlines perchè indossavano i leggings”

lunedì, 27 marzo 2017

aereo

Getty Images

Le hanno fatte scendere dall’aereo perchè indossavano i leggings”. La maggior parte delle testate giornalistiche americane hanno aperto la loro ultima edizione con questa notizia: si, perché il ‘severo dresscode’ non è stato applicato in qualche volo partito dai paesi del Medio Oriente dove è in vigore la sharia ma, bensì, dalla (apparentemente?) democratica America.

I fatti sono stati denunciati a mezzo Twitter da una passeggera che avrebbe assistito all’espulsione: in pratica, a due ragazzine sarebbe stato impedito di salire a bordo di un volo perché indossavano i leggings.
Subito la compagnia aerea made in USA è stata travolta dalle critiche anche se, a distanza di qualche ora, la versione ufficiale sarebbe stata ridimensionata: la United Airlines, tramite il portavoce Jonathan Guerin, avrebbe spiegato che “i passeggeri possono indossare i leggings, ma le ragazze erano state bloccate perché avrebbero dovuto viaggiare con biglietti ‘special pass’, solitamente riservati a dipendenti della compagnia, o loro parenti ed amici, e per questa categoria di viaggiatori esiste uno specifico dresscode che vieta loro di indossare i leggings”.

“Alle ragazze è stato spiegato che non potevano imbarcarsi se non correggevano il proprio outfit. A loro è andato bene, hanno capito”, ha riferito il portavoce di United Airlines, spiegando che per chi viaggia con ‘special pass’ e non con normale biglietto, è vietato anche indossare abiti da cui traspaiano biancheria intima o costumi, minigonne e shorts che arrivino a meno di 7,5 centimetri sopra il ginocchio. Le due ragazze, che avevano un accompagnatore, hanno comunque perso il volo.

Non è la priva volta che negli USA questo capo di abbigliamento diviene oggetto di dibattito: alcuni anni fa, nello stato americano del Montana avevano rischiato di diventare illegali. Il repubblicano David Moore aveva proposto una legge, la table House Bill 365, che mirava a metterli al bando.

di Lorenzo Ceccarelli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: