Home Curiosità A Jesolo la spiaggia riscaldata per prendere il sole d’inverno

A Jesolo la spiaggia riscaldata per prendere il sole d’inverno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:02
CONDIVIDI
spiaggia Jesolo riscaldata
In inverno in spiaggia? Istock

Sembra fantascienza eppure è tutto vero. A Jesolo, in provincia di Venezia, nota località balneare ci sarà la prima spiaggia riscaldata d’Italia. L’idea del sindaco della cittadina veneta Valerio Zoggia e del vice presidente di Federconsorzi e albergatore, oltre che ex presidente Apt, Amorino De Zotti è quella di allungare la stagione turistica che finora, ovviamente per una località di mare, è da giugno a settembre.

Il progetto, con architetti e ingegneri che hanno già depositato possibili soluzioni, è quello di creare delle cupole di vetro che tengano lontano il freddo, riscaldino la spiaggia e lascino filtrare il timido sole invernale. Sul tavolo c’è l’idea di tre grandi cupole, ognuna di 600 metri, riscaldate e di vetro riflettente nella zona di Piazza Marconi.

Ma l’idea del sindaco non si ferma qui. “Possiamo pensare anche a una parte di passeggiata in via Bafile chiusa con una galleria” ha detto il primo cittadino. De Zotti ha poi aggiunto: “Oggi con due milioni e l’aiuto del Comune possiamo partire concretamente. Realizzare tre cupole di vetro sulla spiaggia da 600 metri quadrati, riscaldate e con vetro riflettente per prendere il sole. La spiaggia sarebbe piena magari sotto la neve. Noi imprenditori possiamo, anche come consorzi, raccogliere delle risorse private, ma il Comune poi ci deve venire incontro. E non dobbiamo aspettare, altrimenti qualcuno ci fregherà il tratto, come si dice”. GIà perché l’idea della spiaggia riscaldata piace parecchio anche ad altri comuni come Rimini e Riccione che si stanno interessando su come poter fare.

Jesolo però stringe i tempi perché vuole essere la prima. Il sindaco spera che per il prossimo inverno 2017/18 di avere la prima spiaggia riscaldata d’Italia. “Attendiamo una proposta concreta dagli imprenditori – ha detto Zoggia – È un progetto interessante e realizzabile con la giusta determinazione. Avremmo così una parte di Jesolo davvero a prova di intemperie e per tutte le stagioni, fino alla spiaggia”.

Jesolo: la spiaggia d’estate (e forse anche in inverno)

Jesolo si trova a poca distanza da Venezia ed ogni anno questa lunga striscia di sabbia accoglie oltre 10 milioni di turisti attratti dal mare pulito e da strutture ricettive ben organizzate. Jesolo è amata moltissimo da tedeschi ed austriaci anche per via della facilità per raggiungerla.

Ovviamente il periodo d’oro di Jesolo è l’estate quando le temperature sono calde, il mare ha una temperatura di circa 25 gradi e si può godere appieno della spiaggia. Spiaggia assai famosa per la sua sabbia chiara derivata dalle rocce dolomitiche. Oltre 12 km di spiaggia attrezzata, con pontili affacciati sul largo e fondali bassi. Un mix perfetto per le famiglie con i bambini.

Ora, se il progetto ambizioso del sindaco della cittadina veneta dovesse andare in porto, una piccola parte di questa immensa spiaggia vivrebbe anche in pieno inverno.

Autore: Cini Silvia

CONDIVIDI
Articolo precedenteAllarme neve: meteo impazzito, ecco le zone a rischio
Articolo successivoEmergenza neve: disagi gravissimi in tutta Italia. Ecco cosa sta succedendo
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.