ViaggiNews

Allarme neve: meteo impazzito, ecco le zone a rischio

martedì, 17 gennaio 2017

(Photo by Jeff J Mitchell/Getty Images)

La situazione meteo non sta per migliorare, anzi. Almeno fino a giovedì 19, forti nevicate cadranno su tutte l’Appennino. Secondo quanto riporta 3bmeteo i fiocchi saranno molto importanti e intensi soprattutto sulla dorsale adriatica tra Abruzzo e Molise dove, per colpa del vento di Grecale, la situazione sarà molto grave con accumoli superiori al metro e mezzo sul Gran Sasso, la Maiella e la Valle del Sangro.

A bassa quota le zone più a rischio saranno: Abruzzo, Marche, Molise e Romagna; fiocchi di neve però cadranno anche a Forlì, Imola, Bologna, Rimini e Pesaro da lunedì sera. Nelle Marche la neve continuerà a cadere fino alle prime ore di giovedì anche a bassa quota.

In Abruzzo la neve cadrà fino alle prime ore di giovedì anche a bassa quoata (100-200m). Mercoledì però la neve sarà ancora più forte e accumulerà oltre i 500-600m. Previsto oltre 1 metro di neve fresca sui rilievi di Gran Sasso e Maiella. Tantissime persone sono inoltre rimaste senza luce per colpa del maltempo e, gravi disagi, sono soprattutto per le persone terremotate.

Arriva il vento di Burian

Oggi, martedì 17 gennaio,  il temibile vento di Burian tornerà a soffiare sul nostro Paese. Aria gelida proveniente dalle steppe russo siberiane arriverà sul bacino del Mediterraneo complice anche l’anticiclone presente sull’Europa Occidentale che si unirà a questo russo. Il risultato sarà quindi che masse d’aria gelida invaderanno l’Italia facendo nuovamente e sensibilmente crollare il termometro. Il freddo percepito sarà ancora maggiore per via del vento con valori ampiamente sotto zero.

Previsioni: le regioni interessate e le temperature in Italia

Al Nord cielo soleggiato, ma attenzione alle gelate. Al Centro piogge sulle coste tirreniche, neve sulle coste adriatiche. Al Sud temporali sulle regioni tirreniche e sulla Sicilia, neve sugli Appennini a quota 300 mt. RIschio di nevicate sull’alta Puglia, sul Gargano.

Le temperature registreranno segno negativo al Nord. La città più fredda d’Italia sarà Aosta con – 9 gradi, poi al Nord Torino – 4, Milano, Trieste e Trento – 2, Venezia 1, Bologna – 1- Al Centro 0 gradi a Firenze, 3 a Roma e Ancona, – 1 a Perugia. Al Sud – 4 a L’Aquila, – 1 a Campobasso, 5 a Napoli, 3 a Bari. Meglio in Sicilia dove la minima sarà di 7 gradi e la massima di 9.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: