ViaggiNews

Capodanno 2017: le tradizioni in Italia e nel mondo

sabato, 31 dicembre 2016

Capodanno in Indonesia (JUNI KRISWANTO/AFP/Getty Images)

Il 2017 sta per arrivare e ci si appresta a vivere la notte più lunga dell’anno. In qualche parte del mondo il nuovo anno è già arrivato (qui il primo e l’ultimo capodanno dell’anno) e nella splendida Sydney la festa è già iniziata da diverse ore (qui le immagini della splendida Baia illuminata dai fuochi d’artificio).

In Italia qualcuno sceglierà di passare la notte di San Silvestro in piazza, nonostante le temperature rigide, in uno dei tanti concerti organizzati nelle città italiane (qui gli eventi). In ogni caso che lo si festeggi in piazza, a casa, in un ristorante o in una discoteca, non mancheranno le tradizioni. Una su tutte: il rosso. Ovunque andrete vedrete qualcosa di rosso, che sia una tovaglia, un papillon o una giarrettiera. Ma perché ci si veste di rosso? Lo si fa anche negli altri Paesi? E quali sono le altre tradizioni?

D’altronde per propiziare un nuovo anno carico di gioia sono tanti i riti che in ogni angolo del mondo si perpetuano di generazione in generazione. Quindi se vi trovate all’estero provate ad unirvi alla tradizione del luogo, se siete in Italia potreste provare qualche rito estero.

Le tradizioni di Capodanno in Italia e nel mondo

Partiamo dal rosso che è un colore che identifica fortemente la festa di Capodanno e tradizione vuole che tutti abbiano addosso un capo di questo colore. Ma perché? Il rosso simboleggia la forza e indossarlo significa avere la forza per il nuovo anno.  Altra tradizione diffusa in tutta l’Occidente è il bacio a mezzanotte sotto il vischio. Il vischio è una pianta che già i Druidi consideravano magica e gli antichi popoli anglosassoni associavano alla Dea Freya sposa di Odino. Baciarsi allo scoccare del nuovo anno sotto il vischio propizia l’amore e la fertilità. Internazionali sono anche i botti ed i fuochi d’artificio: questa antica tradizione serve ad allontanare gli spiriti maligni.

ITALIA – Tipicamente nostrana è la tradizione di mangiare lenticchie a mezzanotte. Le lenticchie per la loro forma ricordano delle loro monete: mangiarle è propiziatorio per avere soldi nell’anno che entra. Inoltre anche perché essendo dei legumi e quindi per natura molto resistenti simboleggiano la salute e la lunga vita.

SPAGNA – In Spagna è tradizione mangiare a mezzanotte 12 acini d’uva che simboleggiano la prosperità per ogni mese dell’anno che verrà.

GRECIA – In Grecia per l’ultimo dell’anno si mangia la vassillopitta, una ciambella con dentro una moneta. Chi la trova avrà un anno fortunato.

GRAN BRETAGNA – Tradizione simile a quella greca anche in Gran Bretagna dove è tradizione preparare il pudding con dentro una moneta: chi la trova avrà fortuna.

GERMANIA – Ci si scambia del cioccolato, affinché l’anno venturo sia dolce, ed è bene augurante avere o regalare qualcosa a forma di maiale in quanto animale di cui non si butta via nulla ed è simbolo di prosperità.

RUSSIA – Al dodicesimo rintocco della mezzanotte si spalanca la porta di casa per far entrare il nuovo anno.

BRASILE – Uno dei pochi Paesi al mondo al cui al rosso si preferisce il giallo. E’ questo il colore considerato di buon auspicio per il nuovo anno.

TAIWAN – In tutto l’Oriente le lanterne volanti sono segno di buon auspicio anche a Capodanno. Simboleggiano un futuro radioso e fecondo.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: