Il ristorante migliore del mondo è in Italia. Ecco dove

Massimo Bottura
Massimo Bottura

Nella classifica stilata poco tempo fa dal Telegraph sulle città in cui si mangia meglio al mondo l’Italia non è nelle prime tre posizioni (qui la classifica). Ma nella classifica annuale del migliori ristoranti del mondo il nostro BelPaese è al primo posto. Segno che di buona cucina ce ne intendiamo, eccome.

La scorsa sera a New York è stata annunciata quindi la classifica dei migliori 50 ristoranti del mondo, giudicati e selezionati da oltre mille esperti fra chef e critici di ogni parte del mondo della World’s 50 Best Restaurants Academy. ’50 Best’, la cui prima edizione è stata nel 2002, è diventata ben presto una delle guide più apprezzate superando a volte perfino la rinomata Michelin.

E nella classifica 2016 i mille esperti hanno sentenziato che il ristorante migliore del mondo è italiano ed è l’Osteria Francescana di Massimo Bottura a Modena. Al secondo posto si è piazzato lo spagnolo El Celler de Can Roca a Girona, vicino Barcellona. Al terzo posto l’Eleven Madison Park di New York.

Un altro ristorante italiano lo troviao al 17esimo posto ed è il Piazza Duomo ad Alba. Al 46esimo ancora Italia con il Combal Zero di Rivoli, in provincia di Torino. Fuori dai Best 50, all’84esimo posto ancora Italia con il Reale di Castel di Sangro,  Abruzzo.

 

Previous articleUna delle spiagge più belle del mondo si trova in Italia, ecco dove
Next articleVACANZE A RISCHIO PER MOLTI ITALIANI. ECCO COSA SUCCEDE
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.